Bonus pubblicità: entro il 31 gennaio

Disponibile fino al 31 gennaio la procedura web per la presentazione della dichiarazione sostitutiva per non perdere il bonus pubblicità
parola brand colorata
di Redazione - È disponibile fino al 31 gennaio (e a partire dall'1) la procedura web per la presentazione della dichiarazione sostitutiva per non perdere il bonus pubblicità, ossia il credito d'imposta spettante a coloro che hanno realizzato investimenti pubblicitari incrementali nel 2018.

  1. Bonus pubblicità cos'è
  2. Chi può accedere
  3. Bonus pubblicità 2019

Bonus pubblicità cos'è

Il bonus pubblicità si ricorda è stato introdotto dall'art. 57 del decreto legge n. 50/2017, convertito dalla legge n. 96/2017 e successivamente modificato dal dl n. 148/2017, che ha previsto un'importante agevolazione di natura fiscale, nella forma di un credito di imposta.

Il bonus pubblicità è, in sostanza, un credito d'imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali (con incremento minimo dell'1% rispetto agli analoghi investimenti dell'anno precedente) effettuati dalle imprese, dai lavoratori autonomi e dagli enti non commerciali, sulla stampa (giornali quotidiani e periodici, locali e nazionali) e sulle emittenti radio-televisive a diffusione locale, nella misura del 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati, elevato al 90% nel caso di microimprese, pmi e startup innovative.

Le modalità attuative sono state regolamentate con dpcm n. 90/2018 e con il provvedimento del Capo del Dipartimento per l'informazione e l'editoria del 31 luglio 2018 è stato approvato il modello di comunicazione telematica (disponibile sul sito informazioneeditoria.gov.it) e sono state definite le modalità per la presentazione della comunicazione sull'apposita piattaforma dell'Agenzia delle Entrate, ai fini della fruizione del credito di imposta.

Chi può accedere

Al bonus pubblicità possono accedere i soggetti titolari di reddito d'impresa o di lavoro autonomo ed enti non commerciali che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie, sulla stampa quotidiana e periodica anche online e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali, il cui valore superi di almeno l'1% gli analoghi investimenti effettuati nell'anno precedente sugli stessi mezzi di informazione.

Bonus pubblicità 2019

Per coloro che hanno presentato la comunicazione per l'accesso al bonus per il 2018, ora si apre la seconda fase, ossia quella della presentazione, dal 1° al 31 gennaio 2019, della dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati, attraverso l'apposita procedura accessibile dall'area riservata del sito dell'Agenzia delle Entrate, necessaria per poter fruire del credito d'imposta.

(24/01/2019 - Redazione) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» I cani possono abbaiare … nei limiti della normale tollerabilità
» Ergastolo: inapplicabilità rito abbreviato, legge in vigore
» Avvocati: arriva l'abolizione dell'esercizio effettivo della professione?
» Anac cerca avvocati
» Cefalea malattia sociale: arriva l'assegno d'invalidit
Newsletter f t in Rss