Bonus cultura 2019

Condividi
Seguici

Bonusapp, ovvero il bonus cultura da 500 euro confermato anche per i nati nel 2001 che nel 2019 compiranno 18 anni. Dal 7 gennaio accesso online a 18app
ragazza indecisa per soldi libri

di Annamaria Villafrate - Il 7 dicembre 2018 il Presidente del Consiglio dei Ministri ha emanato il regolamento n. 138 recante i criteri e le modalità di attribuzione del bonus cultura tramite carta elettronica per i diciottenni, inserita nella legge bilancio, per superare le contestazioni sollevate dal Consiglio di Stato.

Dal 7 gennaio 2019 quindi i diciottenni potranno accedere al sito 18app e, previa assegnazione dello Spid, creare buoni da spendere in cultura, nei limiti dell'importo assegnato di 500 euro.

Bonus cultura ai nati nel 2000 e nel 2001

Il dPCM n. 138 del 7 dicembre 2018 "Regolamento recante ulteriori modifiche al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 15 settembre 2016, n. 187, recante i criteri e le modalità di attribuzione e di utilizzo della Carta elettronica prevista dall'articolo 1, comma 979, della legge 28 dicembre 2015, n. 208" estende il bonus cultura anche ai ragazzi nati nell'anno 2001.

Il comma 979 art 1 della legge di stabilità 2016 prevede infatti l'assegnazione di una Carta elettronica nominale, del valore di 500 euro per "promuovere lo sviluppo della cultura e la conoscenza del patrimonio culturale, a tutti i residenti nel territorio nazionale, in possesso, ove previsto, di permesso di soggiorno in corso di validità i quali compiono diciotto anni di età."

In virtù del dPCM del 7 dicembre, che entrerà in vigore il 5 gennaio, quindi il bonus cultura (o bonus app) è stato confermato per tutto il 2019, mentre per il 2020 potrebbero esserci delle novità, non ancora note.

18app: come funziona

Il Ministero Alberto Bonisoli rende noto che, i nati nell'anno 2000, dal 7 gennaio potranno registrarsi alla piattaforma 18app per spendere il bonus da 500 euro, negli stessi modi previsti negli anni precedenti. 18App è un sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri a quale, chi ha compiuto 18 anni, può accedere e registrarsi, previa richiesta dello Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale) a uno degli Identity provider autorizzati, tra i quali Aruba, Infocert e Timid, per chiedere e utilizzare i 500 euro previsti, generando buoni di importo pari a ciò che si intende acquistare. Come previsto dai bonus precedenti i ragazzi potranno comprare libri, ebook, musica registrata, biglietti per spettacoli cinematografici, teatrali, dal vivo, ingressi a parchi, musei, eventi culturali, monumenti, gallerie e aree archeologiche.

Leggi anche Giovani: cosa prevede la manovra per il 2019

Scarica pdf Dmpc n. 138 del 7 dicembre 2018
(03/01/2019 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Via il tenore di vita anche per la separazione
» Cassazione: nel rapporto di coppia non esiste un "diritto all'amplesso"

Newsletter f t in Rss