Sei in: Home » Articoli
 » Animali

Mai più animali nel circo, arriva il decreto

Condividi
Seguici

Il ministro Bonisoli promette di attuare la normativa esistente. Al momento si lavora per dare una sistemazione dignitosa agli animali che non faranno più parte degli spettacoli circensi
tigre in circo con animali

di Gabriella Lax - Mai più animali al circo. Uno dei sogni degli animalisti italiani sta per avverarsi. Molto presto gli animali potrebbero essere fuori dagli spettacoli circensi come già accade nelle compagnie più importanti del mondo, come al Cirque du Soleil.

Mai più animali nel circo, l'annuncio di Bonisoli

In realtà nel nostro Paese esiste la norma di legge che vieta l'impiego di animali negli spettacoli circensi, tuttavia ad oggi mancano i decreti attuativi che consentono alla legge di essere effettivamente operativa. La normativa in questione è la legge delega di riordino del settore dello Spettacolo, approvata nel novembre del 2017, che stabilisce, nel nostro Paese il graduale superamento della presenza degli animali nei circhi e nelle attività dello spettacolo viaggiante.

Leggi anche Addio animali nei circhi, decreto entro fine anno

La spinta potrebbe arrivare in ogni caso dal governo nel mese di gennaio 2019. Il ministro dei Beni e delle attività culturali, Alberto Bonisoli, qualche giorno fa, ha annunciato infatti sul suo profilo Facebook: «So che il desiderio di molti di voi è che gli animali non vengano più usati negli spettacoli circensi. È un desiderio che condivido anch'io e che diventerà realtà nel più breve tempo possibile. È una delle mie priorità». E poi, con riferimento ai decreti attuativi, chiarisce Bonisoli: «Arrivati al governo non abbiamo trovato neanche una bozza. Noi, comunque, ci siamo messi subito al lavoro, ma ci vorrà un po' di tempo. Intanto abbiamo messo in campo una collaborazione tra il Mibac e il ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, guidato dall'amico e collega Sergio Costa, per far sì che gli animali, una volta lasciati i circhi, possano trascorrere il resto della loro vita nel miglior modo possibile e in luoghi idonei». L'obiettivo dichiarato dal ministro è «raggiungere questo risultato nel più breve tempo possibile e i primi passi li stiamo già facendo».

Il plauso della Lav

Le parole del ministro sono state accolte con entusiasmo dalla Lav che precisa «Ringraziamo il Ministro Bonisoli per il suo convinto e rassicurante messaggio a favore di questa storica riforma, e per le attività in corso con il Ministro Costa. Si tratta di dare attuazione a un'autentica svolta culturale ed etica nell'ambito dell'arte circense, un atto di civiltà verso gli animali, un percorso necessario che aprirà la strada al rilancio del settore, con circa 100 circhi italiani attualmente in esercizio, diventando così davvero umano e un vero spettacolo». Non ci sarebbe il rischio di perdere posti di lavoro ma di una riqualificazione ed un rilancio del settore circense.

(28/12/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Cassazione: spetta all'Asl pagare i danni provocati dal randagio
» Tassa rifiuti ridotta del 40% se la raccolta non viene fatta

Newsletter f t in Rss