Sei in: Home » Articoli

Obbligato in solido

Chi è l'obbligato in solido, quali oneri e diritti ha e come è preso in considerazione dal codice della strada e nella disciplina delle associazioni
mano che cancella la parola debito

di Valeria Zeppilli - L'obbligato in solido è un soggetto che risponde nei confronti del creditore unitamente a un altro soggetto, per intero.

In altre parole, dinanzi a due obbligati in solido il creditore può scegliere liberamente e secondo la propria volontà di rivolgersi solo a uno di essi ed esigere il suo intero credito.

Indice:

  1. Il pagamento dell'obbligato in solido
  2. L'obbligato in solido nel CdS
  3. Omessa notifica all'obbligato in solido
  4. Obbligato in solido associazione

Il pagamento dell'obbligato in solido

Il pagamento integrale da parte dell'obbligato in solido libera dal debito anche l'altro o gli altri obbligati.

Resta comunque la possibilità per chi ha pagato di esercitare l'azione di regresso nei confronti dei coobbligati per farsi restituire la rispettiva parte di debito.

Ad esempio, se il debito è 100 e per esso sono obbligati in solido due soggetti, Tizio e Caio, il pagamento di 100 da parte di Tizio al debitore Mevio libera dal debito anche Caio.

Tizio, però, potrà comunque rivolgersi a Caio per farsi restituire 50.

L'obbligato in solido nel CdS

Particolarmente interessante è la posizione dell'obbligato in solido nel codice della strada, della quale si sente spesso parlare quando si ha a che fare con le multe.

Infatti, non di rado accade che il trasgressore, ovverosia colui che ha violato il codice della strada, sia un soggetto diverso rispetto al proprietario del mezzo con il quale è stata compiuta la violazione.

In tali situazioni, alle autorità è data la possibilità di chiedere il pagamento integrale della multa non solo al trasgressore ma anche direttamente al proprietario quale obbligato in solido, senza alcun obbligo di agire prima nei confronti dell'uno poi, eventualmente, nei confronti dell'altro.

Altre ipotesi di responsabilità in solido per violazioni del CdS si hanno in caso di usufrutto, acquisto con patto di riservato dominio e leasing dell'automobile.

Omessa notifica all'obbligato in solido

Per le violazioni commesse a partire dal 13 agosto 2010, in caso di contestazione immediata effettuata nelle mani del trasgressore, l'accertatore deve provvedere anche a notificare la copia del verbale all'obbligato in solido, entro 100 giorni. Se omette questo incombente, le pretese nei confronti di tale soggetto saranno illegittime.

Obbligato in solido associazione

Merita inoltre di essere segnalata la disciplina delle obbligazioni nelle associazioni che prevede che per i debiti da queste contratti rispondono in solido coloro che hanno agito in nome e per conto di tali enti.

A prevederlo è l'articolo 38 del codice civile, ove si legge che: "Per le obbligazioni assunte dalle persone che rappresentano l'associazione i terzi possono far valere i loro diritti sul fondo comune. Delle obbligazioni stesse rispondono anche personalmente e solidalmente le persone che hanno agito in nome e per conto dell'associazione".

Leggi anche: "La responsabilità solidale"

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(14/12/2018 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» La Cassazione sugli atti degli avvocati nelle indagini difensive
» Reddito di cittadinanza: come richiederlo
» Curriculum vitae: guida alla redazione con fac-simile
» Pensioni quota 100
» Una legge per punire chi avvelena i cani
Newsletter f g+ t in Rss