Decreto fiscale, Iva precompilata dal 2020

A stabilirlo un emendamento al decreto fiscale, voluto dal M5S, approvato in commissione Finanze al Senato che recepisce la proposta del direttore dell'Agenzia delle Entrate, Antonino Maggiore
fatturazione elettronica

di Gabriella Lax - Al via dal 2020 la precompilata per le liquidazioni trimestrali e la dichiarazione annuale Iva. Lo prevede un emendamento al decreto fiscale, voluto dal M5S, a prima firma Laura Bottici, approvato in commissione Finanze al Senato che recepisce la proposta del direttore dell'Agenzia delle Entrate, Antonino Maggiore.

Dal 2020 la precompilata per le liquidazioni trimestrali e la dichiarazione annuale Iva

Alla novità si arriverà grazie ai dati che saranno acquisiti attraverso l'obbligo generalizzato di fattura elettronica che scatta dal prossimo gennaio 2019 e da quello di trasmissione dei corrispettivi. Per chi accetta la precompilata viene meno l'obbligo di registro delle fatture e degli acquisti.

La norma, nello specifico, stabilisce che «a partire dalle operazioni Iva 2020, l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione di tutti i soggetti passivi Iva residenti e stabili in Italia» le bozze dei documenti relativi a registri, liquidazione periodica e dichiarazione annuale Iva. La conseguenza è che, per chi accetta la precompilata, viene meno l'obbligo di registrare fatture e acquisti.

(27/11/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Cassazione: bigenitorialità non vuol dire tempi uguali coi figli
» L'avvocato diventa sempre più "fashion"
» Addio a WhatsApp e Telegram, arriva Dostupno
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» L'avvocato diventa sempre pi "fashion"
Newsletter f g+ t in Rss