Sei in: Home » Articoli

Come non pagare il canone Rai

Come non pagare il canone Rai e quali sono i requisiti necessari per essere esonerati dal pagamento dell'imposta
anziani guardano televisione spostando telecomando

di Annamaria Villafrate - C'è chi si domanda ogni anno se è possibile evitare di pagare il canone Rai che la manovra di bilancio ha confermato a 90 euro per il 2019 e per gli anni successivi. La risposta è sì, a condizione che si rientri in una delle categorie che possono beneficiare dell'esonero e inviare l'apposito modulo nei tempi e con le modalità previste.

  1. Canone Rai: cos'è
  2. Canone Rai: lo devono pagare proprio tutti?
  3. Canone Rai: cosa fare per non pagarlo

Canone Rai: cos'è

Il canone Rai è un canone di abbonamento che grava su chiunque detenga un apparecchio televisivo, indipendentemente dall'uso che ne viene fatto. Non rileva infatti ai fini dell'imposta che si guardino o meno i programmi Rai. Solo per il fatto di avere in casa un televisore, si deve pagare il canone. Dal 2016, con la legge di stabilità, è stato previsto l'addebito del canone nella bolletta dell'energia elettrica, oggi suddiviso in 10 rate da 9 euro ciascuna. La legge di bilancio 2019 ha confermato l'importo del canone Rai a 90 euro, così come il metodo di pagamento.

Vai alla guida Canone Rai: tutto quello che devi sapere

Canone Rai: lo devono pagare proprio tutti?

Ormai lo sanno anche i muri: il canone Rai è una delle imposte più odiate dagli italiani. Pochi "fortunati" quelli che non devono pagarlo.

La legge prevede infatti per alcune categorie di soggetti l'esenzione dal canone tv. Si tratta, in particolare:

  • dei soggetti che non detengono alcun apparecchio televisivo in casa,
  • degli ultrasettantacinquenni con reddito non superiore a 8000 euro annui,
  • dei militari delle Forze armate,
  • degli agenti diplomatici,
  • dei funzionari e degli impiegati consolari,
  • dei militari stranieri che fanno parte delle Forze Nato,
  • dei cittadini stranieri civili e non residenti in Italia, ma stanziati in Italia e facenti parte delle forze Nato.

Canone Rai: cosa fare per non pagarlo

Come anticipato, la legge prevede che alcuni soggetti siano esonerati dal pagamento del canone Rai, ma come funziona l'esenzione? Opera di diritto o i soggetti a cui spetta tale agevolazione devono fare qualcosa? Si, chi ha diritto all'esenzione deve provvedere all'invio di un modulo in cui dichiarare di essere in possesso dei requisiti richiesti dalla legge per ottenere l'esonero. Sul sito dell'Agenzia, è possibile reperire i vari moduli dedicati alle diverse categorie di soggetti che possono inviare la dichiarazione sostitutiva e tutte le informazioni di dettaglio.

Per quanto riguarda i termini, se si provvede all'invio dal 1 luglio 2018 fino al 31 gennaio 2019 l'esenzione spetta per tutto l'anno, mentre se si invia la dichiarazione dal 1 febbraio 2019 fino al 30 giugno 2019 è riconosciuta solo per il secondo semestre del 2019.

Chi desidera inviare il modulo nei termini può farlo online dal sito dell'Agenzia delle Entrate o via-e-mail all'indirizzo Pec della Rai cp22.sat@postacertificat.rai.it.

Chi non è pratico di questi strumenti, può sempre rivolgersi ai Caf o al proprio commercialista per chiedere aiuto o inviarlo a mezzo raccomandata al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate ufficio di Torino 1 S.A.T. - Sportello Abbonamenti TV - Casella Postale 22 - 10121 Torino.

Condividi
Seguici

(10/11/2018 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Auto: multe da 712 euro per chi circola con targa estera
» Asili e case di riposo: in arrivo le telecamere
» Bruciare rami e sterpaglie è reato?
» Congedi papà: addio ai cinque giorni
» Auto: multe da 712 euro per chi circola con targa estera

Newsletter f g+ t in Rss