Sei in: Home » Articoli

Il congedo di paternitÓ

Ecco i casi in cui il congedo di maternitÓ pu˛ essere sostituito dal congedo di paternitÓ e quanti sono i giorni di astensione obbligatoria per il padre lavoratore
padre allatta id9117

Avv. Valeria Zeppilli - In determinati casi specifici, il congedo di maternitÓ Ŕ sostituito dal congedo di paternitÓ.

Vediamo quali e come funziona l'astensione del padre lavoratore:

  1. Congedo di paternitÓ: quando spetta
  2. Astensione del padre lavoratore
  3. Quattro giorni di astensione obbligatoria
  4. Un giorno di congedo facoltativo

Congedo di paternitÓ: quando spetta

Il congedo di paternitÓ, in particolare, spetta in caso:

  • di morte o grave infermitÓ della madre,
  • di abbandono del figlio da parte della madre,
  • di affidamento esclusivo del figlio al padre,
  • di rinuncia totale o parziale della madre lavoratrice al congedo di maternitÓ alla stessa spettante in caso di adozione o affidamento di minori.

Esso pu˛ essere inoltre richiesto quando la madre Ŕ una lavoratrice autonoma.

Il congedo di paternitÓ decorre dalla data in cui si verifica uno dei predetti eventi e coincide temporalmente con il periodo di congedo di maternitÓ non fruito dalla lavoratrice.

Astensione del padre lavoratore

A partire dalla legge Fornero numero 90/2012, il padre lavoratore dipendente (pur se adottivo o affidatario) ha anche un autonomo diritto a un periodo di astensione dal lavoro da godere nel termine massimo di cinque mesi dalla nascita del figlio o dal suo ingresso in famiglia in caso di adozione o affidamento.

Inizialmente previsto in via sperimentale per il triennio 2013-2015, di anno in anno tale congedo Ŕ stato prorogato, dalle varie leggi di stabilitÓ, sino al 2018, seppur con caratteristiche di volta in volta differenti.

Quattro giorni di astensione obbligatoria per il padre

Pi¨ nel dettaglio, il padre ha oggi diritto a quattro giorni di astensione obbligatoria dal lavoro, anche non continuativi, per le nascite, le adozioni e gli affidamenti avvenuti sino al 31 dicembre 2018, con riferimento ai quali, peraltro, l'Inps corrisponde un'indennitÓ giornaliera pari al 100% della retribuzione e che non incidono in alcun modo sul congedo della madre.

Un giorno di congedo facoltativo

Dopo lo stop del 2017 (anno in cui i papÓ avevano diritto solo a due giorni di astensione obbligatoria), nel 2018 Ŕ tornato anche il congedo facoltativo. Si tratta di un ulteriore giorno del quale il padre pu˛ scegliere di usufruire in sostituzione al periodo di astensione obbligatoria spettante alla madre (con la conseguenza che se il padre decide di avvalersene, la madre deve rientrare a lavoro un giorno prima).

Leggi anche:

- Congedo papÓ: 5 giorni per il 2018

- Il congedo di maternitÓ

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed Ŕ dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche ľ Diritto del lavoro presso l'UniversitÓ 'G. D'Annunzio' di Chieti ľ Pescara
(05/10/2018 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» Giudici Tribunale UE: selezione aperta anche agli avvocati
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati
» Il permesso di soggiorno
» Giudici onorari minorili: ecco il bando, domande fino al 9 novembre
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati

Newsletter f g+ t in Rss