Sei in: Home » Articoli

Atto notorio

Cos'è l'atto notorio, in cosa consiste e come e dove può essere richiesto. Breve guida su tutto quello che c'è da sapere
Uomo con mano sul cuore simbolo di verita

di Valeria Zeppilli – L'atto notorio (o atto di notorietà o attestazione giurata) è un mezzo con il quale è possibile certificare stati, qualità personali e fatti (come la morte, la nascita, la sussistenza di un testamento e così via).

Indice:

  1. In cosa consiste l'atto notorio
  2. Atto notorio: i testimoni
  3. Chi può ricevere gli atti notori
  4. Come richiedere l'atto notorio

In cosa consiste l'atto notorio

L'atto notorio infatti consiste in una dichiarazione fatta da due testimoni, maggiorenni e muniti di un valido documento di riconoscimento, avente ad oggetto degli stati, delle qualità personali o dei fatti dei quali i dichiaranti sono a conoscenza e che sono noti pubblicamente.

La dichiarazione va fatta sotto giuramento e deve essere resa dinanzi a un pubblico ufficiale.

Atto notorio: i testimoni

Perché l'atto notorio possa essere validamente formato, i testimoni devono rispondere a determinati requisiti.

In particolare deve trattarsi di soggetti:

  • maggiorenni,
  • non parenti né affini dell'interessato,
  • in possesso dei diritti civili,
  • estranei all'atto.

Solo se tali requisiti sono rispettati, la loro dichiarazione, raccolta dal pubblico ufficiale, è idonea a conferire valore probatorio al fatto, all'atto o alla qualità personale oggetto di atto notorio.

Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

Ai sensi dell'articolo 47 del d.p.r. numero 445/2000, se l'atto di notorietà concerne stati, qualità personali o fatti che sono a diretta conoscenza dell'interessato, lo stesso è sostituito dalla cd. dichiarazione sostitutiva di atto notorio, ovverosia da una dichiarazione resa e sottoscritta dall'interessato stesso e, quindi, più celere ed economica.

Se la dichiarazione sostitutiva è resa nell'interesse proprio del dichiarante, la stessa può riguardare anche stati, qualità personali e fatti relativi ad altri soggetti di cui egli abbia diretta conoscenza.

Chi può ricevere gli atti notori

Sono competenti a ricevere gli atti notori:

  • i notai di tutto il territorio italiano,
  • i cancellieri, indipendentemente dall'ufficio di appartenenza e senza che sia prevista una particolare competenza territoriale,
  • il sindaco o un suo incaricato.

Come richiedere l'atto notorio

Di conseguenza, chi ha bisogno di un atto notorio deve prima decidere dove intende rivolgersi per ottenerlo e, poi, deve consultare le procedure previste dall'ufficio prescelto.

Ad esempio, nei tribunali ci si reca in genere presso la cancelleria della volontaria giurisdizione, durante gli orari di apertura e dopo aver concordato uno specifico appuntamento.

In genere è richiesto che, con un certo anticipo rispetto alla data fissata, venga depositata la documentazione necessaria per l'atto.

Nel giorno stabilito per rilasciare la dichiarazione, l'interessato deve quindi presentarsi con i due testimoni, maggiorenni, capaci di agire, non interessati all'atto e né parenti né affini, dotati di documento di riconoscimento.

L'atto è subordinato al pagamento di una marca da bollo da 16 euro da apporre all'originale oltre che degli eventuali diritti di segreteria per il ritiro delle copie.

Vai anche alla guida con fac-simile Atto notorio, dichiarazione sostitutiva e autocertificazione

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(02/10/2018 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Inps: medici pagati in più se tagliano prestazioni e invalidità
» Benzina: ecco le nuove sigle
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati
» Giudici onorari minorili: ecco il bando, domande fino al 9 novembre
» Il permesso di soggiorno

Newsletter f g+ t in Rss