Il rilascio dei nuovi schemi XSD per il deposito degli atti presso l'UNEP è il primo passo per la richiesta telematica dei pignoramenti
 notifica di ricezione mail su computer

di Valeria Zeppilli - Nel Portale dei Servizi Telematici sono stati di recente rilasciati i nuovi schemi XSD per il deposito degli atti presso gli UNEP. Si tratta del primo passo verso la fase di sperimentazione dei depositi telematici sui sistemi degli UNEP.

Ciò vuol dire che ben presto sarà possibile chiedere il pignoramento anche tramite p.e.c., con l'atto principale in formato pdf nativo, il titolo esecutivo e il precetto come allegati e la richiesta in formato xml contenente i dati necessari all'UNEP per pignorare.

I costi

Una volta ricevuta la p.e.c., l'operatore dell'Ufficio NEP calcola i costi per il pignoramento e li comunica all'avvocato con il sistema GSU, inserendo nella p.e.c. di accettazione del deposito il numero di riferimento della richiesta e la somma da pagare.

Le modalità di pagamento

Il pagamento è quindi eseguito telematicamente dall'avvocato che, una volta che lo avrà effettuato, invierà, sempre tramite posta elettronica certificata, la busta "integrazione di pagamento" alla quale allegare la ricevuta del versamento. Se il pagamento non è eseguito in via telematica, va allegata la scansione della ricevuta di versamento.

Per eseguire il pagamento telematico occorre utilizzare il nuovo tab "Pagamenti uffici Nep" nella sezione pagamenti del PST Servizi Giustizia.


Leggi: "Avvocati: nuovi schemi per il deposito degli atti presso l'UNEP"

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: