Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Pin Inps: cos'è e come ottenerlo

Una guida pratica e completa al Pin Inps, il codice che permette a lavoratori e pensionati di monitorare la propria posizione contributiva e pensionistica e di usufruire da casa dei servizi dell'istituto di previdenza
foto sede inps

di Annamaria Villafrate - Il Pin Inps è un codice alfanumerico di tipo ordinario e dispositivo che consente, attraverso l'accesso alla propria area personale presente nel sito dell'Inps, di verificare la posizione contributiva e pensionistica, d'inoltrare domande e richiedere assistenza, evitando i tempi di attesa degli sportelli.

Vediamo insieme come si ottiene, cosa si deve fare per convertire il Pin ordinario in dispositivo, quanto dura, come rinnovarlo, come chiederne la revoca, come accedere all'area "MyInps", come presentare le domande, a quali servizi online consente l'accesso, chi può averlo e cosa fare in caso di smarrimento.


  1. Pin Inps: cos'è?
  2. Pin Inps ordinario e dispositivo
  3. Come si ottiene il Pin Inps
  4. Conversione del Pin online in dispositivo
  5. Pin Inps: durata e rinnovo
  6. Pin Inps: revoca
  7. Come accedere all'area personale
  8. Come presentare domande all'Inps
  9. Pin Inps: servizi a cui consente l'accesso
  10. Pin Inps: chi può richiederlo
  11. Pin Inps smarrito: cosa fare?

Pin Inps: cos'è?

In generale il Pin (dall'inglese Personal Identification Number) è un codice alfanumerico che identifica univocamente un soggetto. Il Pin Inps è pertanto un codice che viene attribuito ai lavoratori e pensionati iscritti all'Istituto nazionale di Previdenza sociale e permette loro di monitorare e controllare la loro posizione previdenziale e compiere svariate operazioni.

Si tratta infatti di un sistema d'identificazione, che si basa sull'incrocio delle anagrafiche degli utenti e le informazioni presenti negli archivi digitali dell'Inps che consente all'utente di accedere a tutta la documentazione previdenziale specifica che lo riguarda.

Chi non ha un Pin Inps può comunque accedere ai servizi dell'Istituto Previdenziale se è in possesso

  • di un' identità Spid (Sistema pubblico d'identità digitale),
  • o di una Carta Nazionale dei Servizi (Cns).

Pin Inps ordinario e dispositivo

Il Pin Inps può essere di due tipi: ordinario e dispositivo.

- Il Pin Inps ordinario consente all'utente di consultare:

  • i dati della posizione contributiva personale;
  • il suo stato pensionistico pensione,
  • la condizione dei pagamenti e delle prestazioni;
  • le informazioni presenti nell'area personale.

- Il Pin Inps dispositivo invece permette all'utente d'inoltrare le domande per ottenere tutti i benefici economici e le prestazioni a cui ha diritto. Questo codice, rispetto a quello ordinario, garantisce maggiore sicurezza sull'identità dell'utente poiché le operazioni che consente di effettuare sono molto più delicate. Pensiamo ad esempio a una domanda per il riconoscimento dell'invalidità.

Come si ottiene il Pin Inps

Esistono tre modi per ottenere il Pin Inps, analizziamoli separatamente.

1) Recandosi presso la sede Inps territorialmente competente

In questo caso il codice dispositivo viene rilasciato immediatamente in busta chiusa, previa compilazione dell'apposito modulo di domanda da consegnare allo sportello unitamente a un documento d'identità valido.

2) Seguendo la procedura di richiesta del Pin sul sito dell'Inps

In questo caso è necessario collegarsi al sito www.inps.it, selezionare la sezione "MyInps" o Assistenza e cliccare sulla voce "ottenere e gestire il Pin" e poi sulla sottovoce "richiedere e attivare il Pin". A questo punto è necessario inserire:

  • il proprio codice fiscale;
  • il paese di residenza;
  • i dati anagrafici;
  • l'indirizzo di residenza;
  • i recapiti telefonici e l'indirizzo e-mail o PEC;
  • il numero e la data di scadenza della tessera sanitaria.

Inseriti questi dati l'Inps rilascia immediatamente le ultime otto cifre del Pin Inps inviando un sms o una e-mail. Le prime otto cifre del Pin Inps invece vengono recapitate in busta chiusa tramite posta ordinaria all'indirizzo l'utente. Ottenuto il Pin completo di 16 caratteri si può accedere ai servizi presenti sul sito dell'Inps. Dopo il primo inserimento si attiva automaticamente la procedura che sostituisce il Pin di 16 caratteri con uno da 8, che è quello definitivo e che l'utente deve annotare per utilizzarlo a ogni accesso successivo.

3) Contattando il Contact Center

  • da rete fissa al numero verde gratuito 803 164
  • da rete mobile il 06 164 164, pagando la tariffa applicata dal proprio gestore.

In caso di richiesta online o tramite Contact Center, per richiedere le prestazioni e i benefici Inps, prima è necessario convertire il Pin ordinario in dispositivo.

Conversione del Pin online in dispositivo

Per convertire il Pin online in Pin dispositivo si può procedere in due modi:

- recandosi presso la sede territoriale competente dell'Inps e facendo richiesta attraverso la compilazione del modulo MV35. In questo caso il Pin è consegnato immediatamente in busta chiusa;

- seguendo la procedura on line, che prevede i seguenti passaggi:

  • accesso al portale nell'area "MyInps";
  • inserimento del Pin ordinario,
  • stampa e compilazione del modulo MV35 per richiedere l'assegnazione del Pin dispositivo, sottoscrizione e scansione del modulo e di un documento d'identità valido;
  • invio online, via fax o presentazione diretta presso una sede Inps.

Pin Inps: durata e rinnovo

Il codice Pin richiesto direttamente dai cittadini dura 6 mesi, quello assegnato agli intermediari istituzionali 3 mesi. Giunto a scadenza, è sufficiente seguire una procedura guidata per vedersi creare automaticamente un nuovo Pin che consentirà l'accesso agli stessi servizi di quello precedente.

Pin Inps: revoca

Dal 15 marzo 2016 si può accedere ai servizi Inps online tramite le credenziali Spid (Sistema pubblico d'identità digitale). Chi preferisce ricorrere all'accesso Spid, ma è in possesso del Pin Inps può chiederne la revoca. Per farlo è sufficiente collegarsi al sito dell'Inps e comunicare il proprio codice fiscale, il numero della tessera sanitaria e un indirizzo di posta elettronica o Pec. La piattaforma mostrerà un codice captcha, o una verifica con cui autenticare l'accesso e procedere alla revoca del Pin Inps. All'utente che esegue la procedura corretta viene comunicato l'accoglimento della richiesta di revoca pin Inps. Entro le 24 ore successive verrà infine inviata una email con le coordinate necessarie a perfezionare la procedura. Dopo la revoca è comunque possibile chiedere un nuovo Pin Inps.

Come accedere all'area personale

Ottenuto il Pin dispositivo è possibile navigare e accedere alla propria area personale riservata, accedendo al sito www.inps.it, cliccando su "Entra in MyInps", ed eseguendo l'autenticazione attraverso il codice fiscale e il Pin.

Come presentare domande all'Inps

Nel momento in cui si ha l'esigenza di presentare domande all'Inps, ma non si è ancora in possesso del Pin dispositivo (che garantisce l'identità del richiedente), per evitare di far scadere i termini di decorrenza, è possibile utilizzare il Pin ordinario. Anche perché in questo modo la domanda presentata verrà lavorata una volta eseguita la conversione del pin ordinario in dispositivo.

Pin Inps: servizi a cui consente l'accesso

Entrati nell'area riservata, inserendo il codice Pin è possibile:

  • scaricare tutta la modulistica necessaria a presentare domande e istanze;
  • verificare la propria situazione contributiva;
  • visualizzare l'estratto conto contributivo;
  • accedere al servizio 730 precompilato dell'Agenzia delle Entrate;
  • richiedere l'indennità di disoccupazione;
  • fare richiesta per i bonus;
  • presentare la domanda per la pensione;
  • richiedere il Durc online;
  • presentare domanda per il riconoscimento dell'invalidità;
  • fare richiesta di indennità e congedi;
  • ottenere il pagamento delle ricongiunzioni.

Pin Inps: chi può richiederlo

I soggetti che possono accedere ai servizi e alle prestazioni del sito dell'Inps non sono solo i cittadini. L'accesso è consentito anche:

  • alle banche;
  • agli istituti finanziari;
  • agli enti che erogano prestazioni previdenziali;
  • ai consolati e alle altre autorità;
  • ai medici e alle Asl;
  • alle aziende e i datori di lavoro.

Ciascuno di questi soggetti ha un Pin e un'area riservata che varia in base alla propria posizione e al servizio a cui può accedere.

Pin Inps smarrito: cosa fare?

Cosa succede se si smarrisce il Pin Inps? Nulla di grave, è sufficiente chiederne uno nuovo

  • entrando nell'area riservata "MyInps"
  • cliccando nella sezione "Hai smarrito il tuo Pin", che indirizza l'utente alla sezione in cui può ripristinare il Pin,
  • inserendo negli spazi appositi il codice fiscale e due recapiti, tra quelli inseriti al momento della richiesta del Pin Inps.

Terminata la procedura, l'utente riceverà un nuovo Pin di 16 caratteri, 8 su un contatto (es e-mail o Pec) e gli altri 8 sul secondo (es: tramite sms).

(23/03/2018 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Successioni: dal 1° gennaio 2019 solo online
» Assegno mantenimento figli naturali: quale reato per chi non lo versa?
» Gratuito patrocinio: se il ricorso inammissibile addio compenso all'avvocato
» Bollette gas: dal 1 gennaio prescrizione ridotta a 2 anni
» Cane senza guinzaglio nel cortile del condominio: cosa si rischia

Newsletter f g+ t in Rss