Sei in: Home » Articoli

Photored: tutto quello che c' da sapere

Il Photored un apparecchio che rileva il passaggio vietato con la luce rossa del semaforo. Vediamo che cos', come funziona, l'omologa obbligatoria e le conseguenze dell'infrazione
photored in autostrada

di Annamaria Villafrate - Il photored presente sulle nostre strade dagli anni '80, tanto che abbiamo fatto l'abitudine alla loro presenza ... un po' meno alle multe.

Difficile accettare di essere stati fregati da una "macchina" fotografica. I ricorsi ai Giudici di Pace e ai Prefetti fioccano, anche se non c' molto spazio di contestazione. C' solo un modo per evitare una multa per essere passati con il rosso: guidare con prudenza!

Indice:

  1. Photored: che cos'?
  2. Photored: regolazione semaforica del traffico
  3. Photored: la durata del giallo rileva ai fini dell'infrazione
  4. Photored: come funziona?
  5. Photored: l'obbligo di omologazione annuale
  6. Photored: cosa succede se si passa con il rosso?

Photored: che cos'?

Il photored un apparecchio elettronico che viene installato presso gli incroci regolati da semaforo per rilevare e documentare, con prova fotografica, il passaggio con il rosso da parte dei veicoli. Installato a partire dagli anni 80, questo apparecchio di controllo del traffico, attualmente presente nella maggior parte degli incroci regolati da semafori.

Photored: regolazione semaforica del traffico

Ai sensi del comma 2 dell'art. 41 del Codice della strada, il semaforo una lanterna di forma circolare e di colore:

"a) rosso, con significato di arresto;

b) giallo, con significato di preavviso di arresto;

c) verde, con significato di via libera."

Secondo quanto stabilito dai commi 9, 10, 11 dell'art. 41 C.d.S.:

  • quando accesa la luce verde i veicoli possono procedere verso tutte le direzioni consentite dalla segnaletica verticale e orizzontale" ma non possono impegnare l'incrocio se non sono sicuri di poter liberare l'area prima che si accenda il rosso. Pedoni e ciclisti hanno la precedenza se a essi stata data via libera nello stesso momento. I conducenti che devono svoltare devono dare la precedenza ai veicoli che sopraggiungono da destra ed a quelli inseriti nella corrente di traffico in cui stanno per immettersi;
  • quando accesa la luce gialla, i veicoli non possono superare i punti fissati per l'arresto, a meno che, nel momento in cui si accende la luce gialla non possano fermarsi in condizioni di sicurezza. In questo caso devono sgomberare con prudenza, ma rapidamente l'area d'intersezione;
  • quando accesa la luce rossa, i veicoli non devono oltrepassare la linea di arresto, se questa assente non devono impegnare l'area d'intersezione e neppure quella di attraversamento pedonale.

Photored: la durata del giallo rileva ai fini dell'infrazione

Poich il rosso scatta subito dopo la luce gialla, che consente ancora il passaggio dei veicoli, innegabile che la durata di quest'ultima ha la sua importanza ai fini dell'infrazione. Il problema tanto pi grave poich, nel regolare i segnali semaforici, la legge non ne stabilisce la durata. Questa lacuna, ai fini dell'infrazione documentabile tramite photored, riveste un'indubbia rilevanza.

A colmare questo vuoto legislativo intervenuta la giurisprudenza, anche se i Giudici di Pace si pongono spesso in contrasto con la Corte di Cassazione, che nella recente sentenza n. 11702/2017 ha ribadito l'orientamento "costante in ordine alla individuazione dei tempi di durata della luce gialla ed stato recentemente confermato con la riaffermazione del principio che la risoluzione del Ministero dei trasporti n. 67906 del 16.7.2007 regola, in assenza di specifiche indicazioni del codice, il tempo di accensione della luce gialla del semaforo, la cui durata non pu essere inferiore a tre secondi in corrispondenza al tempo di arresto di un veicolo che proceda ad una velocit non superiore ai 50 km/h, sicch un intervallo superiore deve senz'altro ritenersi congruo (Cass. 1.9.2014 n. 18470, etc)."

Photored: come funziona?

Detto questo, il photored si basa su un sistema di rilevamento che prevede il posizionamento di sensori immersi nell'asfalto, situati prima e dopo la linea di arresto del semaforo.

Il sistema si attiva solo quando il semaforo rosso, per cui non si corre alcun rischio se il accesa la luce gialla. La prima foto viene scattata quando il veicolo attraversa i sensori posti prima della linea di arresto, la seconda invece viene scattata quando il veicolo attraversa il sensore presente dopo la linea di arresto.

Per certificare l'avvenuta violazione dell'art. 146 comma 3 C.d.S le foto devono ritrarre la luce rossa del semaforo e il veicolo in transito. Ogni dispositivo regolato in base alle caratteristiche peculiare di ogni incrocio, per cui il tempo intercorrente tra l'accensione della luce rossa semaforica e l'attivazione del photored non sempre lo stesso. La legge richiede, per contestare l'infrazione, due foto, una sola non sar sufficiente.

Photored: l'obbligo di omologazione annuale

Il photored, come tutte le apparecchiature di regolazione del traffico e di rilevamento delle infrazioni al C.d.S., deve essere omologato prima della sua commercializzazione e installazione su strada e in seguito ogni anno. Il procedimento di omologazione spetta esclusivamente al Ministero delle Infrastrutture e del Trasporti che si avvale di istituti specializzati che sottopongono questi strumenti a test, certificazioni, prove di funzionamento e collaudi su strada. Nel momento in cui un apparecchio di questo tipo viene commercializzato un campione identico deve essere depositato e custodito dal Ministero e messo a disposizione dei funzionari e della magistratura qualora insorgano contestazioni e controversie.

Photored: cosa succede se si passa con il rosso?

Il photored, come abbiamo detto, viene utilizzato per rilevare la violazione del passaggio con il rosso. Ai sensi del comma 3 del Codice della Strada: "Il conducente del veicolo che prosegue la marcia, nonostante che le segnalazioni del semaforo o dell'agente del traffico vietino la marcia stessa, soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 163 a euro 652." A questa sanzione deve aggiungersi la decurtazione di 6 punti dalla patente di guida, che raddoppiano se a commettere l'infrazione un neopatentato che ha conseguito la patente A o B da meno di tre anni.

Leggi anche:

- Photored: l'amministrazione deve provare la taratura

- Multa legittima se il semaforo giallo dura oltre tre secondi. C' il tempo per fermarsi. Lo ribadisce la Cassazione

- A rischio multa anche chi supera lo stop di 2 centimetri

(02/03/2018 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Affido condiviso: s a diritto di visita rigido per tutelare i figli
» Reato di invasione di edifici: in arrivo multe fino a 2mila euro
» Il processo amministrativo
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso

Newsletter f g+ t in Rss