Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Animali: arriva la toilette portatile che fa evitare le multe ai padroni

Un'idea che proviene da Pescara si chiama Poopooless e aiuta a gestire i bisogni dei propri amici a quattrozampe
simpatico cane che fa i bisogni nel water

di Redazione – Arriva la "toilette portatile per gestire i bisogni dei propri cani e far evitare le multe ai padroni! Si chiama Poopooless ed è l'idea messa a punto da un imprenditore pescarese, Ugo Miscia, titolare della MediaWellness, che vuole aiutare i circa 7 milioni di proprietari di cani in Italia, nella gestione della pupù (o poopoo in inglese).

Toilette portatile per cani, l'idea

L'idea consiste, appunto, in una sorta di toilette portatile: un manico telescopico (adattabile a ogni altezza sia del proprietario che dell'animale, che evita, quindi di doversi chinare a raccogliere il "ricordino") e un sacchetto di plastica biodegradabile, un attrezzo che rende facile e igienica la raccolta delle deiezioni.

Evitare le multe

Per realizzare la propria idea l'imprenditore punta ai grandi numeri attraverso il crowdfunding online, tramite il sito Ulule, e a breve la possibilità di prenotare Poopooless anche su Amazon. Non solo. La MediaWellness sta stringendo accordi con associazioni animaliste e collaborazioni con i comuni italiani, nell'ottica di migliorare e le condizioni igieniche e l'immagine delle città.

Il problema delle deiezioni canine è molto sentito, spiega lo stesso Miscia. "Sempre più spesso i Comuni giustamente -afferma - comminano multe a chi lascia i bisogni dei propri animali per strada (con ammende che vanno da 50 a 1.000 euro)".

Poopooless è "un'idea che risolve ovvie necessità igieniche e permette di conservare e migliorare immagine e decoro delle nostre città (basti pensare ai marciapiedi ormai diventati un terreno 'minato').

(01/03/2018 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Addio divorzio breve, arriva la mediazione
» Bestemmia: multa solo per chi offende Dio
» Pensione invalidità solo ai residenti in Italia
» Processo civile telematico: le novità in vigore da oggi
» Il diritto di critica politica come esimente del reato di diffamazione

Newsletter f g+ t in Rss