Sei in: Home » Articoli

Segnali stradali: a quale altezza devono essere posizionati?

I segnali stradali devono possedere precise caratteristiche tecniche. Quelli verticali devono essere posizionati ad altezze particolari, stabilite dal Regolamento di attuazione al Codice della Strada.
donna che tiene divieto di accesso
di Annamaria Villafrate - I segnali stradali devono possedere precise caratteristiche tecniche e posizionati ad altezze particolari, stabilite dal regolamento attuativo del Codice della Strada.
Vediamo nello specifico le regole:

Segnali stradali verticali

Il Regolamento di attuazione al Codice della Strada dedica l'art. 81 all'installazione dei segnali verticali disciplinati dall'art. 39 del codice, stabilendo, che di regola, essi vengono installati sul lato destro della strada, anche se Ŕ prevista la possibilitÓ di posizionarli sul lato sinistro della carreggiata, sopra di essa o sulle isole spartitraffico, per motivi di sicurezza o se previsto da leggi specifiche.

Nei tratti di strada simili, nei limiti delle effettive possibilitÓ materiali, i segnali devono essere installati alla stessa altezza, intendendosi per altezza dal suolo quella del bordo inferiore del cartello o del pannello integrativo pi¨ basso dal piano orizzontale tangente al punto pi¨ alto della carreggiata in quella sezione.

Segnali stradali verticali laterali

Per quanto riguarda i segnali laterali, il comma 5 dell'art. 81 prevede che: "l'altezza minima dei segnali laterali Ŕ di 0,60 m e la massima Ŕ di 2,20 m, ad eccezione di quelli mobili. Lungo le strade urbane, per particolari condizioni ambientali, i segnali possono essere posti ad altezza superiore e comunque non oltre 4,50 m. Tutti i segnali insistenti su marciapiedi o comunque su percorsi pedonali devono avere un'altezza minima di 2,20 m, ad eccezione delle lanterne semaforiche."

Segnali stradali verticali al di sopra della carreggiata

Per quanto riguarda i segnali posizionati al di sopra della carreggiata Ŕ previsto che essi debbano avere un'altezza minima di 5,10 metri, a meno che non vengano collocati su manufatti di altezza inferiore.

Il segnale di pericolo o di prescrizione che abbia valore per l'intera carreggiata, deve essere posto con il centro in corrispondenza dell'asse della stessa, mentre se si riferisce ad una sola corsia, deve essere posto in corrispondenza dell'asse di questa e integrato da una freccia con la punta diretta verso il basso.

Ai sensi del comma 12 dell'art. 81 infine: "I segnali installati al di sopra della carreggiata devono avere un'altezza ed un'inclinazione rispetto al piano perpendicolare alla superficie stradale in funzione dell'andamento altimetrico della strada. Per i segnali posti ad altezza di 5,10 m, di norma, detta inclinazione sulle strade pianeggianti Ŕ di 3░ circa verso il lato da cui provengono i veicoli (schema II.A). La disposizione planimetrica deve essere conforme agli schemi II.B, II.C, II.D".

Vai alla guida I segnali stradali

(21/02/2018 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Manovra e decreto fiscale: le novitÓ punto per punto
» Seggiolini salva bebÚ: legge in vigore dal 27 ottobre
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati
» Giudici onorari minorili: ecco il bando, domande fino al 9 novembre
» Poste Italiane: 7.500 assunzioni nel 2019

Newsletter f g+ t in Rss