Sei in: Home » Articoli

Tessera elettorale smarrita: come ottenere il duplicato

Cos'è e a cosa serve la tessera elettorale e le procedure da seguire in caso di furto, smarrimento, deterioramento, esaurimento degli spazi, cambio residenza e abitazione
elettore che imbuca scheda dopo voto

di Annamaria Villafrate - L'art. 48 della Costituzione riconosce a tutti i cittadini maggiorenni, uomini e donne il diritto di voto, anche se residenti all'estero. Per esercitare questo importante diritto però è necessario essere muniti di tessera elettorale.

Tessera elettorale: cos'è e a che cosa serve

La tessera elettorale è infatti il documento che deve essere esibito presso la sezione elettorale di voto, unitamente ad un documento d'identità, per essere ammessi all'esercizio di questo diritto in occasione di ogni consultazione elettorale o referendaria.

La tessera elettorale è gratuita e permanente ed è utilizzabile fino a quando non vengano utilizzati tutti i 18 spazi disponibili. Essa deve essere portata con se' in occasione di ogni elezione o referendum. Di regola la tessera elettorale viene spedita all'indirizzo di residenza dell'elettore dal Comune di appartenenza. Se poi il Comune non provvede in tal senso, il cittadino può rivolgersi direttamente e personalmente all'ufficio elettorale e per richiederlo.

Per evitare quindi di trovarsi impreparati al momento delle elezioni è sempre meglio verificare di essere in possesso della propria tessera elettorale. Se dopo aver controllato ci si accorge di averla smarrita, o ci si rende conto che qualcuno l'ha rubata o ancora che la tessera è talmente deteriorata da essere inutilizzabile, è necessario correre ai ripari. Non è possibile infatti recarsi al seggio per votare se non si è in possesso di questo importante documento.

Se poi si ci ritrova senza tessera e le elezioni sono imminenti è bene sapere che, in occasione delle consultazioni elettorali, per provvedere al rilascio delle tessere o dei duplicati non consegnati, gli uffici elettorali comunali osservano orari più lunghi, per adempiere a queste formalità, rendendo noti gli orari tramite sito internet o manifesti.

Detto questo, vediamo come è possibile ottenere il duplicato della tessera elettorale, quando sorgono dei problemi o si verificano dei cambiamenti.

Tessera elettorale: cosa fare in caso di smarrimento

  • Denuncia

Se ci si è resi conto di aver perso la tessera elettorale, è necessario recarsi immediatamente dai Carabinieri o dalla Polizia per denunciarne lo smarrimento.

Un sentenza del Consiglio di Stato piuttosto recente ha previsto che la denuncia può essere presentata anche presso la Polizia Municipale, poiché anch'essa riveste la qualifica di polizia giudiziaria.

  • Richiesta del duplicato

Dopo aver fatto la denuncia è necessario recarsi in Comune, esibire la denuncia di smarrimento e richiedere il duplicato della tessera elettorale.

  • Atto di notorietà

Successivamente il richiedente deve compilare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, che viene prodotta contemporaneamente alla stampa del duplicato, che viene rilasciato immediatamente.

  • Delega al ritiro

Può accadere che il cittadino, per vari motivi, non possa recarsi in Comune a ritirare il duplicato. In questo caso è possibile delegare un familiare o un terzo al ritiro. Costui, affinché possa ritirare il duplicato senza problemi deve presentarsi munito di delega redatta su foglio semplice e sottoscritta dal titolare della tessera elettorale, allegando ad essa una copia della carta di identità del richiedente, presentare la propria carta di identità e consegnare il modulo di richiesta del duplicato compilato e sottoscritto dal delegante.

Tessera elettorale piena o deteriorata: cosa fare

Può capitare che dopo tanti anni di utilizzo la tessera elettorale si deteriori al tal punto da risultare inutilizzabile o che si esauriscano tutti gli spazi necessari a certificare l'esercizio del diritto di voto.

In questi casi non è necessaria nessuna preventiva denuncia. E' sufficiente recarsi in Comune e chiedere un duplicato della tessera elettorale, allegando alla richiesta la vecchia tessera.

Tessera elettorale: cosa fare se si cambia residenza

L'elettore che cambia residenza, spostandosi da un Comune all'altro, riceverà la tessera elettorale al nuovo indirizzo, dal nuovo Comune di appartenenza, dopo il ritiro di quella precedente.

Tessera elettorale: cosa fare se si cambia indirizzo

Nel caso in cui l'elettore decida di cambiare casa, restando all'interno dello stesso Comune, riceverà un tagliando di aggiornamento da applicare sulla tessera elettorale.

(09/02/2018 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Il genitore non può imporre al figlio la sua religione
» Stalking: arriva l'app per raccogliere le prove
» Privacy: da oggi in vigore il Gdpr, ecco la guida per gli avvocati
» Costi occulti nella telefonia mobile: come difendersi?
» Risarcimento vedova: la pensione di reversibilità non si tocca


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss