Sei in: Home » Articoli

Viaggi aerei: cambiano le dichiarazioni sul contante

Approvate dalla Commissione del Parlamento Ue le nuove regole contro il traffico di valori transfrontalieri
Bagagli in aereoporto

di Gabriella Lax - Troppi escamotage per aggirare la legge. Così si cambia registro. Non saranno più una cifra fissa i 10.000 euro da dichiarare all'aeroporto.

Le nuove regole peggiorative del regolamento del 2005 contro il traffico di valori transfrontalieri, come riporta Italiaoggi, al fine di rafforzare i controlli contro l'antiterrorismo e la criminalità organizzata, sono state approvate dalla Commissione per le libertà civili e gli affari economici del Parlamento Ue.

Non saranno più una cifra fissa i 10.000 euro da dichiarare cash all'aeroporto

Per aggirare la normativa bastava trasportare somme lievemente inferiori a quanto stabilito legge. Per ovviare a questa scappatoia è stata estesa la definizione di denaro contante a oro, pietre e metalli preziosi e carte ricaricabili anonime. In caso di sospetta attività criminale, le autorità, potranno sequestrare il denaro temporaneamente anche al disotto della soglia di 10.000 euro. Diventerà obbligatorio, inoltre, dichiarare il denaro spedito attraverso la stiva. Ma non è tutto, poiché i deputati vogliono estendere le proprie richieste alla Commissione europea, per introdurre una nuova normativa e far convergere le sanzioni legate al controllo di liquidità negli Stati membri, studiando la possibilità di istituire un'unità di intelligence finanziaria dell'Unione entro il 2019.

Il testo deve ora essere approvato dal Parlamento nel suo complesso, prima che i deputati possano iniziare a negoziare la legislazione con i governi dell'Ue.

(11/12/2017 - Gabriella Lax)
In evidenza oggi:
» Facebook: reato di diffamazione aggravata anche per chi commenta
» Paga i danni il genitore che offende l'insegnante
» Agenzia Entrate: al via il concorsone per 650 funzionari
» Nessun reato per i cani che abbaiano tutta la notte
» Si può licenziare il lavoratore in malattia?


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss