Sei in: Home » Articoli

Divorzio digitale: in Gran Bretagna è realtà

Avviata la sperimentazione a Nottingham sul divorzio digitale con un semplice click
coppia di sposi con manette che chiede liberazione simbolo divorzio consensuale

di Gabriella Lax - "Ed è finita in 3G, abbiamo divorziato su whatsapp". Queste le parole di una canzone estiva (Instalove nds) che sembra però aver anticipato la realtà. Nel Regno Unito basterà compilare un modulo online per mettere fine a un matrimonio. Come riporta il Daily Telegraph, il divorzio digitale diventa realtà.

Divorziare è facile con un click

Il ministero della Giustizia inglese ha avviato la sperimentazione di questo nuovo servizio a Nottingham, capoluogo della contea del Nottinghamshire e, tra qualche settimana sarà attivo nel resto del Paese. Dunque, la tecnologia sgomita e per le separazioni ed i divorzi tutto diventa a portata di click.

Al momento, per ottenere il divorzio, entrambi i coniugi devono compilare moduli cartacei da inviare in tribunale e ingaggiare un avvocato per concludere la pratica, arrivando a pagare anche più di 1000 sterline.

Si calcola che, nel Regno Unito, il servizio farà risparmiare 250 milioni di sterline ai tribunali che si troveranno con tanto lavoro in meno: meno udienze, meno burocrazia.

Una sola condizione necessita: il divorzio in un click potrà però essere utilizzato solo da chi sceglie la separazione consensuale, negli altri casi si dovrà andare davanti ad un giudice.

Come funziona il divorzio online

In che modo funzionerà il divorzio online? Si dovranno compilare dei documenti digitali in cui si dichiara come si vogliono regolare gli aspetti del post matrimonio.

Al momento sono state lanciato le prime domande di divorzio telematico in tre siti web e i test saranno estesi nei prossimi mesi. Si tratta di misure che semplificheranno il processo per i richiedenti divorzio e consentiranno di smaltire velocemente le domande.

(06/11/2017 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» La cambiale - Guida Legale
» Aspettativa non retribuita: cos'è e come si ottiene
» Carta identità elettronica: come si richiede
» Le diverse tipologie di servitù
» Rischia il carcere senza condizionale il padre che non mantiene i figli
In evidenza oggi
Cassazione: lei ci sta poi ci ripensa? Resta grave la violenza sessualeCassazione: lei ci sta poi ci ripensa? Resta grave la violenza sessuale
Cassazione: il pedone non ha sempre ragioneCassazione: il pedone non ha sempre ragione


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF