Sei in: Home » Articoli

Scuola: fino a 14 anni alunni accompagnati

Gli alunni non potranno tornare a casa da soli e a nulla varrà la dichiarazione di esonero di responsabilità
bus scuola id10133

di Gabriella Lax - Fino a 14 anni i ragazzi non potranno tornare a casa da soli ed a nulla varrà la dichiarazione di esonero di responsabilità che di solito i genitori firmano all'inizio dell'anno nei confronti della scuola.

Vietato il rientro da soli da scuola fino a 14 anni

C'è una circolare che vieta il rientro a casa da soli degli studenti fino a 14 anni di età. Dunque al momento dell'uscita da scuola, anche ordinaria, gli alunni dovranno sempre essere presi in consegna dai genitori affidatari o da persone da questi delegati. Restano escluse liberatorie o autorizzazioni all'uscite firmate dagli stessi genitori. Il Corriere riporta a tal proposito le parole del ministro all'Istruzione Valeria Fedeli «Anche i genitori devono essere consapevoli che questa è la legge».

Il provvedimento arriva dopo la sentenza della Suprema Corte che ha condannato una scuola e il Miur per la morte di un ragazzino, ormai quindici anni fa. Un richiamo che costringe i genitori a cambiare abitudini consolidate e che, in un certo senso, si frappone alla libertà agognata dagli adolescenti.

La ratio del provvedimento, come ricorda la circolare, è nel codice penale che chiarisce come «per i minori di 14 anni è prevista una presunzione assoluta di incapacità». Dunque «chiunque abbandona una persona minore di anni 14 della quale abbia la custodia o debba avere cura, è punito con la reclusione da sei mesi a cinque anni». Secondo la circolare, un professore che lascia uscire da solo un ragazzo, rischia una denuncia per mancato controllo e se un genitore lascia che torni a casa senza di lui, rischia la denuncia per abbandono di minore.

Un disagio ulteriore per le famiglie, una imposizione che va contro la ricerca di autonomia dei ragazzi, per i quali il ritorno da soli a casa è uno dei tanti passi verso l'acquisizione dell'indipendenza. Ma giudici e sentenze parlano chiaro.

(28/10/2017 - Gabriella Lax)
Le più lette:
» La cambiale - Guida Legale
» Aspettativa non retribuita: cos'è e come si ottiene
» Carta identità elettronica: come si richiede
» Le diverse tipologie di servitù
» Rischia il carcere senza condizionale il padre che non mantiene i figli
In evidenza oggi
Cassazione: lei ci sta poi ci ripensa? Resta grave la violenza sessualeCassazione: lei ci sta poi ci ripensa? Resta grave la violenza sessuale
Cassazione: il pedone non ha sempre ragioneCassazione: il pedone non ha sempre ragione


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF