Sei in: Home » Articoli

Cartelle: entro il 31 luglio puoi scegliere quale rottamare

E' operativo infatti il servizio Contitu, ma intanto l'ex Equitalia cerca di porre rimedio alle oltre 70mila domande errate
mano che cancella parole debiti da una lavagna
di Gabriella Lax - È operativo il nuovo servizio web ContiTu, uno strumento che consente a chi ha aderito alla rottamazione delle cartelle (dell'ex Equitalia) di decidere, con maggiore discrezionalità, quali debiti e come pagarli. Entro il 31 luglio si può scegliere cosa rottamare. Il servizio è stato lanciato dall'Agenzia delle Entrate Riscossione, attraverso la piattaforma online, dunque chi ha richiesto la rottamazione può scegliere quali cartelle pagare secondo i termini della definizione agevolata e per quali invece rinunciare. 

Come funziona ContiTu

Per accedere al servizio ContiTu basta collegarsi al sito dell'ente. Attraverso la pagina del servizio si possono chiedere e stampare i bollettini RAV per pagare le singole cartelle per le quali si accetta il piano di rottamazione. A tale scopo servirà indicare codice fiscale, indirizzo email, numero della comunicazione inviata da Equitalia, data della comunicazione inviata da Equitalia, numero identificativo della cartella. A questo punto, inseriti i dati, sarà il sistema a calcolare l'importo da pagare in un'unica soluzione entro il 31 luglio. In caso di scelta di pagamento rateale saranno calcolate le diverse rate. Grazie al nuovo servizio ContiTu potranno essere richiesti i nuovi bollettini al massimo per tre volte per ogni comunicazione ricevuta da Equitalia.

I debiti non pagati rientreranno all'interno delle procedure obbligatorie della riscossione ordinaria (quindi non sarà possibile beneficiare del pagamento in misura ridotta).

Il nuovo servizio potrà essere utilizzato anche da coloro che abbiano eventualmente ricevuto una comunicazione contenente cartelle/avvisi che non avevano inserito nella loro dichiarazione: potranno richiedere i RAV per le sole cartelle/avvisi che avevano indicato nella richiesta presentata.

Modalità di pagamento

I contribuenti potranno pagare presso la propria banca e gli sportelli bancomat (ATM) degli istituti di credito che hanno aderito ai servizi di pagamento CBILL; tramite il proprio internet banking; presso gli uffici postali, nei tabaccai convenzionati con Banca 5 e tramite i circuiti Sisal e Lottomatica; sul portale del nuovo ente della riscossione; con l'App Equiclick tramite la piattaforma PagoPa oppure direttamente agli sportelli di Agenzia delle Entrate – Riscossione.

70mila domande di rottamazione errate

Intanto, come riporta Italia Oggi, sono oltre 70mila i contribuenti che hanno presentato la domanda di rottamazione compilata erroneamente. Per questo motivo, in vista della scadenza per il pagamento degli importi dovuti per la definizione a titolo di unica o prima rata prevista per il 31 luglio prossimo, i contribuenti distratti sono stati contattati per correggere gli errori commessi nella compilazione delle istanze, per consentire loro di poter definire i propri debiti. Già più del 90% dei contribuenti sbadati ha provveduto a sanare la domanda.

(13/07/2017 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Il mobbing - guida con raccolta di articoli e sentenze
» Curriculum vitae europeo: guida, fac-simile e consigli pratici
» Equitalia: nulle le cartelle esattoriali a mezzo pec col pdf
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: acquisto strumenti informatici al 50%
In evidenza oggi
Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non pagaAvvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
Addio assegno di divorzio per l'ex autosufficiente anche se il marito è miliardarioAddio assegno di divorzio per l'ex autosufficiente anche se il marito è miliardario

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF