Sei in: Home » Articoli

Cassazione: l'avvocato che non restituisce i fascicoli è punito con l'avvertimento

Anche se l'illecito è stato commesso prima dell'entrata in vigore del nuovo codice deontologico il principio del favor rei rende ingiusta la censura
avvocato carico di lavoro

di Valeria Zeppilli – La professione forense, dal 2014, è assoggettata a un nuovo codice deontologico, che ha sostituito in toto il precedente. Al fine di prevenire l'insorgere di incertezze interpretative, la nuova legge professionale ha sancito espressamente che il criterio che deve regolare la successione nel tempo delle norme del codice deontologico è quello del cd. favor rei.

Mancata restituzione dei fascicoli

Appellandosi a tale precisazione, la sentenza numero 13982/2017, depositata dalla Corte di cassazione il 6 giugno (qui sotto allegata), ha quindi chiarito che la mancata restituzione dei fascicoli al cliente è un illecito che, anche se commesso prima del 15 dicembre 2014, va sanzionato con l'avvertimento e non con la più grave censura.

L'articolo 33 del codice deontologico

A prevederlo è l'articolo 33 del nuovo codice deontologico che, quindi, prevale sulla disciplina dell'illecito comportamentale contenuta nell'articolo 42 del vecchio testo.

Nel caso di specie, proprio in virtù di tale seconda norma, un avvocato era stato sanzionato dal CNF con la censura per non aver restituito al suo cliente e al nuovo avvocato di questo, dopo la revoca del mandato, i documenti relativi a diverse pratiche che aveva patrocinato.

Per la Corte, tuttavia, l'avvicendamento tra i due codici deontologici, le diverse previsioni contenute nel nuovo testo e il principio del favor rei giustificano l'assoggettamento del legale alla più clemente sanzione dell'avvertimento.

Corte di cassazione testo sentenza numero 13982/2017
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(06/06/2017 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
» Addio assegno di divorzio per l'ex autosufficiente anche se il marito è miliardario
In evidenza oggi
Condominio: l'acqua non si stacca ai morosiCondominio: l'acqua non si stacca ai morosi
Accedere all'email altrui è reato anche se si conosce la passwordAccedere all'email altrui è reato anche se si conosce la password

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF