Addio agli studi di settore già da quest'anno

Condividi
Seguici

Ed entrano in scena gli Indici sistematici di affidabilità. Approvato l'emendamento alla manovrina
uomo debitore protetto da un ombrello

di Valeria Zeppilli - La commissione bilancio alla Camera ha approvato un emendamento al decreto legge di correzione dei conti pubblici che anticipa a quest'anno l'uscita di scena degli studi di settore, prevista per il 2018, con il conseguente avvento già dal 2017 degli Indici sistematici di affidabilità, destinati a sostituirli.

Provvedimento dell'Agenzia delle entrate

Stando così le cose e anticipato l'addio agli studi di settore, si rende necessario e urgente un tempestivo e opportuno provvedimento dell'Agenzia delle entrate: la sua emanazione è stata calendarizzata come da fare entro il termine di 90 giorni dalla data di entrata in vigore della manovrina.

Gli Isa

Gli Isa, più nel dettaglio, sono i nuovi indici sulla base dei quali valutare l'affidabilità fiscale di circa tre milioni e mezzo di contribuenti titolari di partite Iva, esprimendola su una scala da 1 a 10.

In essi sono sintetizzati diversi indicatori elementari con il fine di verificare la normalità e la coerenza della gestione aziendale. La loro valutazione permetterà l'eventuale accesso a un regime di premialità via via crescente, in forza del quale sarà possibile beneficiare di una diminuzione degli adempimenti e di accertamenti meno stringenti.

Soggetti interessati e finalità

I soggetti interessati dall'istituzione degli indici, come in parte accennato, sono i contribuenti che esercitano un'attività di impresa, un'arte o una professione che, con gli Isa, dovrebbero essere incentivati a far emergere spontaneamente le basi imponibili, ad assolvere gli obblighi tributari e a rafforzare la loro collaborazione con l'Amministrazione finanziaria, anche tramite forme di comunicazione preventiva rispetto alle scadenze fiscali.


Leggi anche:

"Manovra in vigore: al via la nuova sanatoria per le liti fiscali, domande entro il 30 settembre"

"Addio agli studi di settore dal 2018"

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(24/05/2017 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Educazione civica: legge in vigore dal 5 settembre
» Cassazione: carcere per chi insulta lo Stato su Facebook
» La querela di falso
» La particolare tenuit del fatto
» Il permesso di soggiorno

Newsletter f t in Rss