Sei in: Home » Articoli

Processo civile telematico: pagamento bollo online

Ecco le novità comunicate con l'aggiornamento del 24 aprile
carta di credito usata per acquisti online

di Valeria Zeppilli – L'ultimo aggiornamento del Portale dei Servizi Telematici del Ministero della Giustizia, del 24 aprile scorso, ha anticipato una novità degna di nota in materia di pagamenti telematici.

Pagamento della marca da bollo

Si tratta, in sostanza, della modifica della response per il metodo "listaCanaliPagamento", grazie alla quale verrò restituito per ogni canale di pagamento un elemento aggiuntivo, denominato "bollo".

Tale elemento concerne l'abilitazione o la non abilitazione al pagamento della marca da bollo, ma per il momento, nonostante l'anticipazione, deve essere ignorato.

Aggiornamento del sistema di produzione

Nella comunicazione fatta sul Portale dei Servizi Telematici si rende noto, peraltro, che l'aggiornamento annunciato è stato applicato già sul Model Office e che, una volta che il sistema di produzione sarà aggiornato, si provvederà a darne avviso come normalmente avviene.

Nuovi schemi XSD

Sempre lo scorso 24 aprile il PST ha anticipato anche i nuovi schemi XSD, ovverosia <tipo "SportelloProssimita">, <atto "ModificaVisibilitaFunzionari">, <sicid_v2/Introduttivi.xsd> e <Trasmissioni.xsd>.

Anche in questo caso la novità è già disponibile su Model Office, mentre si rinvia a un successivo comunicato per l'aggiornamento del sistema di produzione.

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(28/04/2017 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Conto corrente: i limiti al pignoramento delle somme versate dall'Inps
» Mantenimento non dovuto al figlio che non vuole lavorare
» Il marito non ha il diritto di soddisfare i suoi istinti sessuali
» Condono fiscale 2019: come funziona la sanatoria
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss