Sei in: Home » Articoli

ResponsabilitÓ medica e vaccini: facciamo il punto

Dalla prima radiazione di un sanitario, alla posizione del Consiglio di Stato, alle proposte di legge
bambino che subisce iniezione per vaccino

di Valeria Zeppilli

ResponsabilitÓ del medico per i vaccini: la prima radiazione

L'acceso dibattito sulla questione "vaccini", che coinvolge genitori, scuole, medici e non solo, ha iniziato a comportare le prime conseguenze anche sulla responsabilitÓ dei sanitari.

Nei giorni scorsi, infatti, il presidente dell'Istituto superiore di sanitÓ ha annunciato la radiazione di un medico dall'ordine al quale era iscritto proprio per le posizioni assunte in materia, in particolare (come riporta il comunicato social dell'Iss) "per il suo comportamento non etico e antiscientifico nei confronti dei vaccini".

Obbligo vaccinazioni per accesso all'asilo: la posizione del Consiglio di Stato

Nel frattempo, segnali significativi "pro-vaccino" giungono anche dalle aule di giustizia e, in particolare, dal Consiglio di Stato.

Con l'ordinanza numero 1662/2017 (qui sotto allegata), infatti, tale organo ha ritenuto legittima la previsione di un obbligo di vaccinazione, introdotto dal Comune di Trieste per l'accesso agli asili nido e alle scuole dell'infanzia comunali e convenzionate. Pi¨ in particolare il Consiglio ha rigettato in via cautelare la richiesta di sospensiva proposta da alcune famiglie contro la sentenza n. 20/2017 del Tar del Friuli Venezia Giulia, ritenendo che un simile obbligo Ŕ "coerente" con quanto previsto dalla legislazione italiana in materia sanitaria e con le esigenze di profilassi imposte dai cambiamenti in atto e non pu˛ ritenersi confliggente con i principi di precauzione e proporzionalitÓ in materia di salute.

Per il giudice amministrativo, del resto, nel caso specifico il principio di precauzione deve ritenersi operante "a tutela della salute pubblica ed in particolare della comunitÓ in etÓ prescolare, prevalendo sulle prerogative sottese alla responsabilitÓ genitoriale".

Legge nazionale sui vaccini

Intanto, continua il lavoro per l'introduzione di una legge nazionale che preveda per tutti l'obbligo di vaccinazione per l'iscrizione a scuola e nella quale non solo inserire una lista di vaccini ai quali i bambini debbano obbligatoriamente sottoporsi, ma anche prevedere delle penalizzazioni di legge per i medici che sconsigliano l'utilizzo di tali trattamenti.


Leggi anche: "Vaccini obbligatori per iscriversi a scuola: arriva la legge"

Consiglio di Stato testo ordinanza numero 1662/2017
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed Ŕ dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche ľ Diritto del lavoro presso l'UniversitÓ 'G. D'Annunzio' di Chieti ľ Pescara
(26/04/2017 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Multa: possibile l'annullamento in autotutela?
» Divorzio: niente assegno alla ex che da separata conduce una vita dignitosa
» Tredicesima: a chi spettano i 154 euro in pi¨?
» Il disconoscimento di paternitÓ - guida con fac-simile
» La messa alla prova


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF