Sei in: Home » Articoli

Divorzio: l'app che aiuta i genitori separati a comunicare

Si chiama 2houses.com ed Ŕ arrivata in Italia da circa un anno, oggi conta pi¨ di 100mila utenti
coppia che litiga al telefono vignetta

di Gabriella Lax - E' stata introdotta in Italia lo scorso anno e adesso conta pi¨ di 100mila utenti. Si chiama "2houses.com", il "facilitatore di cogenitorialitÓ", l'app che, in caso di divorzio, aiuta i genitori a condividere e comunicare senza stress. 

Cos'Ŕ 2houses.com

2houses.com Ŕ una piattaforma (app e sito) creata per gestire la vita ogni singolo aspetto della vita familiare, adatta a genitori separati o divorziati. ╚ nata nel 2011 in Belgio da un'idea di Gill Ruidant, si Ŕ diffusa nel resto del mondo. 

In Italia, questo strumento Ŕ arrivato grazie all'incontro fra due realtÓ: 2houses.com e di Gengle.it, il pi¨ noto social network italiano per genitori single. E' stato infatti un padre torinese, Alfonso (veterano e esperto di marketing) che ha coinvolto Giuditta Pasotto, la mamma di Gengle.it, dopo aver conosciuto 2houses.com durante una vacanza in Belgio. 

compatibile per Android e iOS, gratuita per 14 giorni, poi costa 5,99 euro al mese per famiglia ma in caso di abbonamenti si pu˛ usufruire di sconti. La sua efficacia Ŕ comprovata nella difficile gestione del management familiare di divorziati o separati, laddove comunicazione e confronto possono diventare un'utopia. 

I servizi per i genitori divorziati o separati

Quali sono i servizi che offre l'applicazione? 

Si va da un calendario interattivo, a un sistema di gestione finanziaria, un album fotografico e una banca dati per avere a portata di mano tutte le informazioni utili, da quelle mediche al numero dell'allenatore di calcio dei figli. E si possono inserire la lista delle cose da fare, quella della spesa e il diario, come se fosse un social network familiare personalizzato nel quale i genitori possono decidere di coinvolgere nonni, zii, amici o, dove lo ritengano necessario, un mediatore.

(20/04/2017 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati: addio contributo minimo integrativo
» Multa col cellulare in auto anche se non si parla
» Facebook: reato di diffamazione aggravata anche per chi commenta
» La Consulta boccia l'art. 92 post riforma
» ResponsabilitÓ medica: l'art. 590-sexies e l'intervento delle Sezioni Unite


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
RIMEDI ALTERNATIVI AL REPECHAGE IN IPOTESI DI LICENZIAMENTO PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO DETERMINATO DA RIORGANIZZAZIONE AZIENNDALE PER RIDUZIONE DI PERSONALE OMOGENEO E FUNGIBILE