Sei in: Home » Articoli

Successioni: dal 23 gennaio si fanno su internet

Debutta la successione online, facoltativa fino alla fine del 2017, poi addio alla carta
un testamento scritto

di Marina Crisafi - Dal prossimo 23 gennaio la dichiarazione di successione si potrà fare direttamente online, con il nuovo modello predisposto dall'Agenzia delle Entrate. Sarà sufficiente utilizzare l'applicativo disponibile da oggi sul sito dell'agenzia, installare il software gratuito di compilazione "successionionline", compilare il file, allegare i documenti e inviare il tutto tramite i servizi telematici (accedendo con le proprie credenziali o tramite intermediari abilitati o uffici dell'Agenzia).

In tal modo, la dichiarazione presentata non solo sarà visibile sul cassetto fiscale del dichiarante ma anche in quello dei coeredi e dei chiamati. Non solo. I contribuenti, grazie alla visualizzazione telematica, potranno richiedere le copie conformi della dichiarazione presentata presso qualsiasi ufficio dell'Agenzia.

Il nuovo modello, comunicano le Entrate, rappresenta un importante passo verso la semplificazione degli adempimenti amministrativi e sarà facoltativo fino al 31 dicembre 2017. Dopo tale data, il doppio binario non sarà più valido e dovrà utilizzarsi obbligatoriamente quello digitale, salva la possibilità di usare la carta per le successioni apertesi in data anteriore al 3 ottobre 2006, nonché per le dichiarazioni che integrano, sostituiscono o modificano una dichiarazione presentata in modalità cartacea.

Le volture catastali

Il nuovo modello, approvato con il provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate di oggi, riguarda anche le volture catastali, che potranno essere effettuate in modo automatico, senza ulteriori adempimenti, con la possibilità di rendere le dichiarazioni sostitutive di atto notorio mediante la compilazione di specifici quadri del modello, invece di allegare singoli documenti.

Il software, inoltre, consente di calcolare automaticamente le somme da versare in autoliquidazione, per le formalità ipocatastali, pagando il dovuto mediante addebito sul conto corrente.

(28/12/2016 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Addio alle memorie 183?
» Una legge per punire chi avvelena i cani
» Il Codice della crisi e dell'insolvenza
» Tutti i bonus e le agevolazioni per chi senza reddito
» Danno biologico: le nuove tabelle di Roma sempre pi lontane da quelle di Milano
Newsletter f g+ t in Rss