Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Campane rumorose? Multa di mille euro al parroco

Non ha rispettato la normativa antirumore
le campane di una chiesa

di Gabriella Lax - Per chi suona la campana? Evidentemente suona troppo forte per una coppia e, per questo, il prete della parrocchia si ritrova con una sanzione da mille euro da saldare. È successo a Galciana, la più popolosa frazione di Prato con i suoi 10mila abitanti, posto in cui due coniugi, stanchi dal rintocco con decibel troppo alti, hanno deciso di fare una denuncia all'Agenzia per la protezione ambientale (Arpat) della Toscana. Al lavoro i tecnici, dopo aver valutato l'entità del rumore, hanno verificato che sì, quella campana effettivamente emetteva un suono eccessivamente elevato. Il rilievo ha dato davvero esito positivo, così puntualmente è scattata la multa di 1.032 euro al parroco don Luca Rosati. Multa da saldare entro 60 giorni. Oltre alla multa, l'Arpat ha inviato alla parrocchia anche la prescrizione di silenziare le campane nelle ore notturne, dalle 22 alle 6. A fare la segnalazione all'Arpat, secondo quanto emerge, sarebbero stati due inquilini di un condominio situato a circa mezzo chilometro dalla chiesa. Si tratterebbe di una giovane coppia che si è detta infastidita dai rintocchi. Per ora don Rosati ha deciso di sospendere il battito orario delle campane, che continueranno a suonare in occasione delle funzioni religiose, per richiamare i fedeli alla chiesa. La costruzione del campanile risale a 130 anni fa e finora nessuno si era lamentato del suono delle campane. Un curioso precedente forse, nel quale, molti però hanno intravisto la scintilla di uno scontro culturale più profondo e malcelato del singolo episodio.

Per approfondimenti, leggi: 

- La tutela dai rumori molesti

- Schiamazzi e rumori nella giurisprudenza

- Guida legale rumori




(19/12/2016 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Addio divorzio breve, arriva la mediazione
» Bestemmia: multa solo per chi offende Dio
» Pensione invalidità solo ai residenti in Italia
» Processo civile telematico: le novità in vigore da oggi
» Il diritto di critica politica come esimente del reato di diffamazione

Newsletter f g+ t in Rss