Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Per Natale regala un avvocato

La Onlus "Avvocato di strada" promuove la pallina di Natale "Non esistono cause perse": donazione utile a contribuire all'attività di assistenza legale a chi non può permettersela
babbo natale che trasporta un grande sacco pieno di doni

di Valeria Zeppilli – La caccia ai regali è ufficialmente partita e, giunti a poco più di dieci giorni di distanza dal Natale, molti italiani si trovano di fronte alla fatidica domanda: cosa donare a parenti e amici?

Per chi vuole lasciare da parte il consumismo e dedicarsi a qualcosa di solidale, si segnala un'interessante iniziativa promossa dalla Onlus "Avvocato di strada": la pallina di Natale "Non esistono cause perse".

Si tratta di una pallina acquistabile sul sito della Onlus con un contributo minimo di cinque euro e in maniera esente da spese di spedizione in caso di ordini complessivamente superiori a trenta euro.

Comprarla non è altro che un modo per sostenere le attività promosse dalla Onlus facendo una donazione utile a testimoniare il proprio impegno per il rispetto dei diritti dei cittadini. In sostanza, regalare l'aiuto di un avvocato a chi non può permetterselo. 

"Avvocato di strada", infatti, è un'associazione costituita con l'obiettivo di offrire assistenza legale gratuita, sia in fase stragiudiziale che in fase giudiziale, a persone senza fissa dimora e di moltiplicare gli sportelli a ciò dedicati nelle città in cui vi è un maggiore bisogno in tal senso.

Il tutto garantendo a livello nazionale che tali sportelli siano fedeli all'idea originaria e rappresentativi nei confronti delle istituzioni nazionali, valorizzando le diverse esperienze locali di attivazione dell'iniziativa e provvedendo alla raccolta di studi, ricerche e giurisprudenza su tematiche giuridiche che riguardano specificamente le persone senza fissa dimora.

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(14/12/2016 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Processo civile: compensazione delle spese più estesa
» Facebook: reato di diffamazione aggravata anche per chi commenta
» Facebook: reato di diffamazione aggravata anche per chi commenta
» Condominio: chi ha la pec paga le spese per la corrispondenza?
» Il diritto all'oblio nella recente pronuncia vittoriosa di Antonello Venditti c. Rai


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss