Sei in: Home » Articoli

Come effettuare il cambio di residenza

La procedura da seguire per spostare la residenza da un Comune ad un altro nel territorio italiano
cartello con su scritto ci siamo trasferiti in lingua inglese

Avv. Laura Bazzan - Ai sensi dell'art. 43 c. 2 c.c., la residenza indica il luogo di dimora abituale di un soggetto. La residenza anagrafica, pertanto, è la residenza dichiarata all'ufficio anagrafe del Comune nel cui territorio un soggetto dimora abitualmente, ovvero il luogo caratterizzato da una permanenza volontaria ove viene stabilita l'abitazione.

Il cambio di residenza

Quando la dimora abituale viene spostata in un altro Comune (cd. cambio di residenza), le modificazioni della residenza anagrafica vanno comunicate all'ufficiale dell'anagrafe. Alla dichiarazione di cambio residenza, infatti, conseguono la cancellazione dall'anagrafe della popolazione del Comune di provenienza e l'iscrizione in quella del Comune di migrazione. Tali adempimenti non comportano alcun costo per l'interessato.

Chi può presentare la dichiarazione di cambio residenza

Il cambio di residenza va comunicato da parte dei cittadini italiani, nonché di quelli europei ed extra-europei già residenti in Italia mediante la presentazione dell'apposito modulo all'Ufficio anagrafe del Comune di destinazione, che avrà cura di inoltrare la richiesta di cancellazione al Comune di provenienza. La dichiarazione deve essere presentata dall'interessato o, in caso di trasferimento del nucleo familiare, da un qualsiasi componente della famiglia purché maggiorenne.

I documenti necessari per il cambio di residenza

La dichiarazione di cambio residenza include tutti i dati anagrafici di ogni componente del nucleo familiare, oltre ai dati della patente e delle targhe dei veicoli loro intestati per l'aggiornamento del nuovo indirizzo sul documento di guida e dei veicoli. Il modulo per la dichiarazione, predisposto dal Ministero dell'Interno, è solitamente disponibile, oltre che nel sito dello stesso Ministero, anche nella pagina web istituzionale del Comune di destinazione o presso lo sportello dell'ufficio relazioni con il pubblico; lo stesso modulo va compilato correttamente in ogni parte obbligatoria, sottoscritto da parte dell'interessato a dai componenti maggiorenni insieme ai quali questi si trasferisce, corredato con i documenti di identità di ciascun componente anche minorenne. Il modulo, inoltre, deve essere accompagnato, in via alternativa, dalla copia del titolo che consente di disporre dell'alloggio oppure da una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà per attestare la disponibilità dell'alloggio ove è trasferita la residenza.

Come presentare la dichiarazione

La dichiarazione di cambio residenza, unitamente ai documenti allegati, può essere presentata al nuovo Comune di residenza: personalmente presso l'ufficio anagrafe; a mezzo lettera raccomandata indirizzata all'ufficio anagrafe; a mezzo fax al recapito dell'ufficio anagrafe; telematicamente con e-mail o pec, rispettivamente, all'indirizzo ordinario e a quello certificato, con la precisazione che nel primo caso la sottoscrizione del modulo va apposta manualmente, mentre nel secondo con firma digitale. La scelta della modalità di trasmissione della dichiarazione spetta all'interessato.

Le tempistiche

L'interessato deve presentare la dichiarazione di cambio residenza entro venti giorni dal suo trasferimento nel Comune di nuova iscrizione. Il cambio di residenza diviene effettivo entro due giorni dal ricevimento da parte dell'ufficio anagrafe della domanda presentata dall'interessato. Entro quarantacinque giorni dalla conclusione della procedura, il Comune di migrazione predispone gli accertamenti atti a verificare l'abitualità della dimora presso la residenza indicata con l'ausilio della polizia locale. Trascorsi quarantacinque giorni senza che l'interessato sia stato invitato ad integrare la dichiarazione o abbia ricevuto comunicazioni circa l'esito negativo degli accertamenti, la pratica si considera definita.

(03/11/2016 - Avv.Laura Bazzan) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Il mobbing - guida con raccolta di articoli e sentenze
» Curriculum vitae europeo: guida, fac-simile e consigli pratici
» Equitalia: nulle le cartelle esattoriali a mezzo pec col pdf
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: acquisto strumenti informatici al 50%
In evidenza oggi
Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pecOpposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non pagaAvvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF