Sei in: Home » Articoli

Appello contro la sentenza di separazione. Guida con fac-simile di ricorso

La forma dell'appello, il rito e il modello
coppia che avvicina cuore spezzato concetto separazione

di Valeria Zeppilli – Contro la sentenza di separazione è possibile proporre appello immediato, con applicazione degli articoli 325 o 327 del codice di procedura civile, a seconda che la sentenza sia stata o meno notificata ad istanza dell'altra parte.

I termini per l'impugnazione, quindi, sono quelli lungo (sei mesi) o breve (30 giorni) previsti dal codice di rito, mentre non è possibile la riserva d'appello di cui all'articolo 340 c.p.c..

Forma dell'appello

La forma con la quale impugnare la sentenza di separazione è quella del ricorso.

La citazione non va mai utilizzata, neanche quando l'impugnazione abbia ad oggetto solo il capo con il quale si statuisce sulla debenza dell'assegno di mantenimento. Del resto, si tratta di un'ipotesi che rientra pienamente tra le fattispecie oggetto del giudizio di separazione, giudizio che come noto è volto anche a disciplinare i rapporti patrimoniali tra i coniugi che intendono far cessare gli effetti del loro matrimonio.

In ogni caso, laddove si faccia erroneamente ricorso alla citazione, troverà applicazione il principio di conversione degli atti processuali viziati. Ciò, si badi bene, purché il deposito in cancelleria sia avvenuto nei termini per la proposizione dell'appello.

A tal proposito si ricorda, infatti, che il ricorso va depositato nella cancelleria del giudice dell'impugnazione territorialmente competente e con tale deposito si perfeziona l'appello.

Notifica del ricorso

Una volta ricevuto il ricorso, il giudice dell'impugnazione fissa, con decreto, l'udienza e il termine entro il quale l'appellante deve notificare il ricorso e il decreto stesso all'appellato.

Laddove tale termine non sia rispettato, la Cassazione (cfr., ex multis, sentenza n. 3837/2006 e sentenza n. 21669/2014) ha precisato che non è possibile dichiarare, per ciò solo, inammissibile l'appello. Del resto, la sua proposizione si perfeziona con il deposito in cancelleria nel termine di legge.

La notifica del decreto di fissazione dell'udienza, invece, ha il solo scopo di instaurare il contraddittorio, con la conseguenza che, in caso di mancata comparizione dell'appellato, il giudice dovrà fissare un nuovo termine per la notifica, perentorio.

Se neanche questo sarà rispettato, è tuttavia inammissibile un'ulteriore concessione.

Appello incidentale

La parte appellata ha ovviamente diritto a proporre appello incidentale. Il termine entro il quale provvedervi è quello coincidente con la prima udienza di comparizione.

Rito camerale

Al giudizio di appello avverso le sentenze di separazione si applica in ogni caso il rito camerale. Tale rito, si badi bene, interessa non solo la fase decisoria ma l'intero giudizio.

A tal proposito si sottolinea, in ogni caso, che l'eventuale trattazione della controversia con il rito ordinario non comporta di per sé la nullità del procedimento né quella della sentenza: un simile effetto, infatti, è subordinato alla dimostrazione, ad opera della parte interessata, che l'adozione di un rito diverso da quello camerale ha comportato la lesione del suo diritto di difesa.

Si ricorda che in caso di trattazione con rito camerale non trovano applicazione le norme di cui agli articoli 189 e 190 del codice di procedura civile, che riguardano, rispettivamente, la rimessione al collegio e le comparse conclusionali e le memorie.

Svolgimento del procedimento

L'appello avverso le sentenze di separazione si articola in un'unica udienza o in più udienze a seconda che si renda necessario lo svolgimento dell'attività istruttoria eventualmente sollecitata dalle parti nei rispettivi atti di costituzione.

La prima udienza si apre con la relazione del componente del collegio delegato.

A seguito di essa l'organo collegiale può o trattenere la causa in decisione o disporre l'attività istruttoria dopo aver effettuato le verifiche preliminari necessarie e aver disposto i conseguenti provvedimenti. In tale secondo caso, viene fissata una nuova udienza.

È a questo punto opportuno ricordare che in appello non sono in generale ammesse nuove domande, nuove eccezioni e nuove prove, salvo che il collegio ritenga che siano indispensabili.

Decreto motivato

Il procedimento si conclude con decreto motivato, che ha natura sostanziale di sentenza.

Esso, tuttavia, non è sottoposto al ricorso ordinario in Cassazione ai sensi dell'articolo 360 c.p.c. ma, piuttosto, a quello straordinario previsto e disciplinato dall'articolo 111 del codice di rito.

Fac-simile ricorso in appello avverso sentenza di separazione

Corte d'appello di ____________

Ricorso ai sensi dell'articolo 708 quarto comma del c.p.c.


Il sig. _________________, nato a ___________________, il ______________ e residente in ____________________ via _______________ n. ___ C.F.: __________________, elettivamente domiciliato in __________________ via _______________ n. _____ presso e nello studio dell'Avv. ___________________ del Foro di ____________ (C.F. ______________ - fax _______________ - pec ________________) che lo rappresenta e difende giusta delega in calce al presente atto;


Propone appello


avverso la sentenza n. ____/____del Tribunale di ___________, emessa in data __________ e depositata in cancelleria in data_____________, pronunciata nella causa iscritta al R.G.N. ___/___ e promossa da ____________, nato a ______________ il _____________ e residente in ____________ via ________________ n. __.

Premesso che

- il sig. _____________ e la sig.ra _____________ contraevano matrimonio concordatario / civile in data ___________________ e il relativo atto di matrimonio veniva trascritto presso l'ufficio dello stato civile di________, in data ___________, al numero _______________;

- i coniugi optavano per il regime della separazione / comunione dei beni;

- dalla loro unione non nascevano figli / nascevano i seguenti figli (nome, cognome, data e luogo di nascita)

- con ricorso depositato il________, ____________ chiedeva al Tribunale di ____________ di disporre la separazione personale da ___________________, chiedendo _______________

- _______________ si costituiva chiedendo _________________________;

- all'esito del tentativo infruttuoso di conciliazione, il Presidente delegato, pronunciando l'ordinanza conclusiva, così disponeva __________________________________.

- tale sentenza è ingiusta e va censurata per i seguenti

Motivi

Argomentare le ragioni a sostegno dell'appello

Tutto ciò premesso, il sig. __________, come sopra rappresentato e difeso

Ricorre

alla Corte d'appello adita affinché, espletati i provvedimenti di rito, voglia accogliere le seguenti

Conclusioni

in riforma della sentenza n. __/_ del __________ emessa dal Tribunale di ______________, disponga ____________________ .

In ogni caso, con vittoria di spese di lite, diritti, onorari, rimborso forfettario per spese generali, CPA ed IVA, per entrambi i gradi di giudizio.

Si depositano i seguenti documenti:

- Copia conforme della sentenza n. __________/__;

- Fascicolo di parte relativo al primo grado di giudizio;

- __________________;

Ai sensi della normativa in materia di contributo unificato si dichiara che il valore del presente procedimento è pari ad Euro ___________ .

Luogo, data Avv.____________ (firma)

Leggi anche: Appello contro la sentenza di divorzio. Guida con fac-simile di ricorso


Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(02/11/2016 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
» Addio assegno di divorzio per l'ex autosufficiente anche se il marito è miliardario
In evidenza oggi
Tari: come chiedere il rimborso dal 2014Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
Condominio: l'acqua non si stacca ai morosiCondominio: l'acqua non si stacca ai morosi

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF