Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Avvocati: al via il concorso per giudici tributari. In allegato il bando

Pubblicato in G.U. il bando di concorso per titoli per 202 nuovi giudici delle commissioni tributarie
due concorrenti sulla linea di partenza

di Marina Crisafi - È approdato in Gazzetta Ufficiale il bando di concorso per 202 nuovi giudici tributari (qui sotto allegato), di cui 84 presso le commissioni tributarie regionali e 118 presso quelle provinciali.

Il bando e il relativo allegato, contenente l'elenco dei posti vacanti per regione, detta le regole per i candidati che vogliono partecipare sulla base dei titoli posseduti.

Le domande vanno presentate a partire dal prossimo 15 settembre e fino al 30 ottobre 2016 sia per via telematica che a mezzo raccomandata a/r.

Ecco i requisiti necessari e come presentare domanda:

I requisiti per l'ammissione

Potranno presentare domanda per concorrere alla nomina di giudice tributario, tutti coloro che possiedono i titoli e i requisiti di cui agli artt. 4, 5 e 7 del d.lgs. n. 545/1992 per come modificato dal d.lgs. n. 156/2015. Nel dettaglio, è necessario: essere cittadino italiano; avere l'esercizio dei diritti civili e politici; non aver riportato condanne per delitti comuni non colposi o per contravvenzioni a pena detentiva o per reati tributari, né essere stato sottoposto a misure di prevenzione e sicurezza; non aver superato il 72simo anno di età; possedere idoneità fisica e psichica.

I candidati devono essere muniti di laurea magistrale o quadriennale in materie giuridiche o economico-aziendalistiche, oltre ad attestato di bilinguismo per i soli partecipanti per le sedi di Bolzano.

Il concorso è riservato a chi non è già parte dell'organico delle commissioni né collocato sul ruolo unico della magistratura tributaria alla data del bando.

Possono presentare domanda, tra gli altri, i magistrati (ordinari, amministrativi e militari) in servizio o a riposo; i dipendenti delle amministrazioni pubbliche; coloro che esercitano o hanno esercitato attività di avvocati, commercialisti, ragionieri e periti commerciali, revisori dei conti; docenti universitari (ecc.).

Le domande

Le domande di partecipazione devono essere compilate sul modulo apposito, che verrà pubblicato sul sito internet del Consiglio di presidenza della giustizia tributaria, nelle sezioni "Pubblicità legale" e "Concorsi" entro il 12 settembre 2016 e inoltrate alla segreteria del consiglio a partire dal 15 settembre ed entro il 30 ottobre 2016 (a pena di esclusione automatica), mediante posta elettronica certificata personale (all'indirizzo ufficiosegreteriaCPGT@pce.finanze.it) o tramite raccomandata con avviso di ricevimento in via Solferino n. 15, cap 00185 Roma. In tal caso, farà fede il timbro postale.

La graduatoria

Alle operazioni concorsuali sovraintenderà una Commissione esaminatrice insediata presso la Commissione IV concorsi del

Consiglio di Presidenza della Giustizia tributaria, la quale in base al totale dei punteggi assegnati ad ogni candidato formerà la graduatoria generale dei vincitori e degli idonei (nonché l'elenco degli esclusi con indicazione dei motivi di esclusione).

Una volta approvata la graduatoria, con delibera del consiglio di presidenza, sarà pubblicata sul sito istituzionale, sempre nelle sezioni "Pubblicità legale" e "Concorsi".

Decorsi quindici giorni dalla data di pubblicazione, sarà predisposta la convocazione diretta dei vincitori presso la sede di Roma per esprimere la preferenza per una delle sedi di concorso.

L'elenco dei convocati e le date di convocazione saranno pubblicate sul medesimo sito internet.

Bando concorso 202 giudici tributari
(09/08/2016 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Casa familiare all'ex anche se la figlia va all'università fuori città
» Arriva la riforma del processo civile
» Il marito non ha il diritto di soddisfare i suoi istinti sessuali
» Condono fiscale 2019: come funziona la sanatoria
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss