È partita la procedura di selezione presso le Sezioni civili e penali della Suprema corte. Le domande si possono presentare fino al 30 giugno
Facciata del palazzo della cassazione

di Gabriella Lax - È partita la procedura di selezione presso le Sezioni civili e penali della Suprema corte per 60 tirocinanti (in allegato il bando).

Cassazione, 60 tirocinanti cercasi

[Torna su]

I sessanta tirocinanti saranno immessi nelle Sezioni civili e penali della Suprema Corte per un periodo di tirocinio formativo della durata di diciotto mesi: da settembre 2020 a marzo 2022. Chi è in possesso dei requisiti richiesti dal bando può presentare domanda entro le ore 14.00 del 30 giugno 2020. Dopo il periodo formativo il magistrato affidatario farà una relazione sull'esito del periodo di formazione, che sarà trasmessa al Primo Presidente della Corte che rilascerà un attestato del positivo svolgimento. Quest'ultimo costituirà titolo per l'accesso al concorso per magistrato ordinario, è valutato per un periodo pari ad un anno di tirocinio forense e notarile; inoltre è valutato per un periodo pari ad un anno di frequenza delle scuole di specializzazione per le professioni legali; costituisce titolo di preferenza per la nomina a giudice onorario di tribunale e a vice procuratore onorario; costituisce titolo di preferenza, a parità di merito, nei concorsi indetti dall'amministrazione della giustizia, dall'amministrazione della giustizia amministrativa e dell'Avvocatura dello Stato; in ultimo, costituisce titolo di preferenza, a parità di titoli e di merito, nei concorsi indetti da altre amministrazioni dello Stato.

Domanda di partecipazione

[Torna su]

La domanda può essere presentata personalmente presso il Segretariato generale della Corte di cassazione dalle ore 10 alle ore 13 escluso sabato e festivi, ovvero inviata in copia scannerizzata e sottoscritta dall'interessato a mezzo mail all'indirizzo tirocini.cassazione@giustizia.it. Gli interessati potranno allegare alla domanda un breve scritto motivazionale (non oltre una cartella). Scaduto il termine di presentazione delle domande verrà redatta la graduatoria provvisoria degli ammessi che sarà pubblicata mediante inserimento nel sito internet della Corte di cassazione (www.cortedicassazione.it) entro i1 10 luglio 2020.

Requisiti per la partecipazione

[Torna su]

Per quanto riguarda i requisiti, la formazione è riservata ai laureati in giurisprudenza che, all'esito di un corso di laurea almeno quadriennale: non abbiano riportato condanne per delitti non colposi o a pena detentiva per contravvenzioni e non siano stati sottoposti a misura di sicurezza o di prevenzione; abbiano riportato una media di almeno 27/30 negli esami di diritto costituzionale, diritto privato, diritto processuale civile, diritto commerciale, diritto penale, diritto processuale penale, diritto del lavoro e diritto amministrativo (nel caso l'esame fosse suddiviso in due parti, si procederà alla media aritmetica dei due voti parziali), ovvero un punteggio di laurea non inferiore a 105/110; non abbiano compiuto i trenta anni di età. Qualora le domande di accesso superino i posti disponibili, costituiscono titolo preferenziale, nell'ordine, la media dei punteggi degli esami, il punteggio di laurea e la minore età anagrafica. In caso di parità dei requisiti sopraindicati, costituirà titolo preferenziale la partecipazione a corsi di perfezionamento in materie giuridiche.

Nella domanda può essere espressa una preferenza ai fini dell'assegnazione al settore civile, penale o tributario, di cui si terrà conto compatibilmente con le esigenze dell'ufficio. Devono essere specificate le conoscenze linguistiche e informatiche.

Scarica pdf Bando selezione per 60 tirocini Cassazione
Condividi
Feedback

In evidenza oggi: