Sei in: Home » Articoli

Equitalia diventa unica e invia 300mila "cartelle amiche"

Da oggi l'agenzia cambia pelle, diventando un corpo unico e parte l'operazione rateizzazione nelle cartelle
lettera inviata da amico scritta a mano

di Marina Crisafi - Le importanti novità annunciate da Equitalia nei mesi scorsi (leggi: "Equitalia: la cartella arriva già a rate da 50 euro al mese"), mentre si sta spegnendo l'eco di un suo addio definitivo, stanno per diventare operative.

La prima in realtà, ossia l'addio alle tre ramificazioni dell'agenzia della riscossione (Equitalia Nord, Centro e Sud) prende corpo già da oggi; la seconda, l'invio di 300mila cartelle "amiche", partirà nelle prossime settimane.

Ecco nel dettaglio le novità:

Equitalia unica

A partire da oggi non esisteranno più Equitalia Nord, Centro e Sud che confluiranno nell'unica Equitalia Servizi di Riscossione Spa che opererà in tutta Italia (ad eccezione della Sicilia).

Il cambiamento, che non toccherà gli sportelli tsul territorio, è stato fortemente voluto dall'ad dell'agenzia Ernesto Maria Ruffini, al fine di accelerare la spending review: con un unico corpo, infatti, si potrà avere un solo Cda e unificare gli organi di controllo risparmiando così centinaia di migliaia di euro (leggi: "Equitalia torna unica: cosa cambierà per i contribuenti?"). 

"È un passaggio importante – spiega infatti l'ad di Equitalia al Sole24Ore - che rientra in un progetto più ampio partito un anno fa con l'obiettivo di trasformare i servizi di riscossione, renderli più semplici, più diretti e razionali per i cittadini".

Il nuovo Cda di Equitalia Servizi di Riscossione Spa, è composto dal presidente Giuseppe Telesca (direttore centrale amministrazione Agenzia delle entrate), dalla vicepresidente Maria Grazia Sampietro (direttore centrale welfare Inps), dal consigliere dell'Agenzia Francesco Vasta e ha come direttore generale Adelfio Moretti, già direttore riscossione nel precedente assetto societario.

L'operazione cartella amica

Intanto, sempre sul fronte semplificazioni sta per partire l'operazione denominata "Cartella amica" che dopo una sperimentazione positiva nelle città di Varese, Firenze e Lecce, come già annunciato da Equitalia verrà estesa a tutto il Paese.

In sostanza, si tratta dell'invio della cartella comprensiva del piano di rateazione, ovvero di un modulo attraverso il quale il contribuente potrà scegliere come pagare il proprio debito e in quante rate.

Il modulo sarà inserito nelle cartelle con debiti compresi tra i 600 e i 50mila euro destinate ai contribuenti che non hanno mai fruito di piano di rateizzazione con l'agenzia.

Le dilazioni partiranno da un minimo di 12 rate mensili e potranno arrivare fino a un massimo di 72. Il contribuente che deve pagare un debito, ad esempio di 3.600 euro, potrà scegliere se farlo in 6 anni con una rata mensile da 50 euro, oppure se optare per un piano annuale con rate da circa 300 euro ciascuna.

Ad essere semplificata sarà anche la trasmissione delle istanze di rateizzazione che, oltre alla tradizionale consegna allo sportello, potranno essere inviate tramite raccomandata o via pec.

Nei prossimi giorni, saranno 300mila circa le cartelle amiche che saranno notificate in tutta Italia.

(01/07/2016 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati anti crisi: divorzi a 200 euro
» Cassazione: addio mantenimento se il figlio non cerca lavoro
» A che età si può andare in pensione: guida con tabelle semplificative
» Il falso ideologico
» Resto al Sud: 200mila euro da gennaio ai giovani


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF