Sei in: Home » Articoli

Equitalia: rate da 50 euro al mese per tutti i debiti fino a 50mila euro

La novità annunciata dall'ad della società Ernesto Maria Ruffini
uomo con acqua alla gola per i debiti

di Marina Crisafi - Tutte le cartelle esattoriali entro i 50mila euro saranno rateizzate con pagamenti fino a 50 euro mensili e la proposta di rateizzazione sarà inserita direttamente nella comunicazione. Ad annunciarlo è l'amministratore delegato di Equitalia, Ernesto Maria Ruffini, in un'intervista al Messaggero. "È un sistema – già - in sperimentazione a Varese, Firenze e Lecce" ha detto l'ad e che presto sarà esteso perché "i contribuenti gradiscono, i fogli tornano indietro sottoscritti". "Non fa mai piacere ricevere una cartella - ha dichiarato infatti Ruffini - ma vedere subito che si può pagare gradualmente spinge a togliersi il pensiero. Nella stessa logica, i contribuenti possono fare la domiciliazione bancaria. Sembra una sciocchezza, ma a volte si saltano le rate per dimenticanza".

Quanto alle notifiche, a partire da giugno, ha sottolineato l'ad di Equitalia i soggetti obbligati ad avere la pec, le riceveranno solo tramite tale modalità, mentre per tutti gli altri, libera scelta.

Sui cambiamenti annunciati della società di riscossione, confermata la scomparsa delle tre società Equitalia Nord, Centro e Sud, a favore dell'unica Equitalia Servizi riscossione che opererà su tutto il territorio nazionale. Questo dal prossimo primo luglio. "In termini calcistici – ha spiegato Ruffini al quotidiano romano - dalla marcatura a uomo passiamo a quella a zona" al fine di disperdere meno energie, offrire un servizio migliore e risparmiare "300mila euro l'anno di spese".

(03/05/2016 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Divorzio: sì all'assegno alla moglie anziana e con pensione minima
» Avvocati: ecco le nuove tariffe
» Stalking: il reato di "atti persecutori"
» Avvocati: firmato il nuovo decreto sui compensi
» Avvocati: ecco le nuove tariffe


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF