Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Gli avvocati sono davvero così bravi anche a letto?

Le conclusioni di un intrigante studio su Above the Law
Coppia di amanti distesa seduti su un letto
di Giovanna Molteni - Ricordate Archie Leach, uno dei protagonisti dell'ironico film "Un pesce di nome Wanda"? L'avvocato inglese non era certo disinvolto sotto le lenzuola! In realtà, i professionisti del diritto hanno la fama di essere degli ottimi amatori, capaci di dare il meglio non solo nelle aule dei tribunali, ma anche a letto: a questa conclusione è giunto un intrigante studio pubblicato su Above the Law che decanta le virtù dei legali sul piano sentimentale ed individua le ragioni di questo successo. 

Fini giuristi dalla impeccabile padronanza lessicale che amano vestire con stile e che non disdegnano un buon bicchiere di vino, gli avvocati stupiscono non solo quando si destreggiano con disinvoltura tra codici, leggi ed interpretazioni giurisprudenziali. A sorprendere sono anche e soprattutto le loro doti amatorie. 

Perché gli esperti del diritto sono così talentuosi a letto? 

Gli avvocati conoscono il valore del tempo e per questo si fanno pagare ad ore; sono consapevoli dell'importanza di una buona preparazione che è la chiave d'accesso a risultati performanti; comprendono le potenzialità di un eloquio ammaliante; non si tirano indietro davanti ad una sfida; possono sempre contare sul sostegno professionale di qualcuno più giovane: ecco svelati gli aspetti caratteriali e i profili comportamentali che, stando a quanto apparso su Above the Law, spiegano l'appagante approccio con l'altro sesso che gli avvocati riescono sempre ad instaurare. 
(29/05/2016 - Giovanna Molteni) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Condominio: condannato chi urla di notte per far smettere di abbaiare i cani
» Conto corrente: i limiti al pignoramento delle somme versate dall'Inps
» Il marito non ha il diritto di soddisfare i suoi istinti sessuali
» Condono fiscale 2019: come funziona la sanatoria
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole

Newsletter f g+ t in Rss