I diritti della personalità sono quelli relativi alla personalità umana: inalienabili, intrasmissibili, irrinunciabili, imprescrittibili e non patrimoniali
conosci i tuoi diritti con lente su sfondo rosso

Diritti della personalità: caratteristiche

[Torna su]

I diritti della personalità, avendo a oggetto la persona umana, si caratterizzano per l'esistenza di tutele forti poste dal nostro ordinamento a loro presidio.

Essi sono, innanzitutto, assoluti, ovverosia opponibili nei confronti di chiunque li contesti.

Si tratta, poi, di diritti innati, che ciascun individuo acquisisce con la nascita o con il mutamento di status, senza che sia necessario uno specifico atto di trasferimento.

A tale ultimo proposito, va rilevato che i diritti della personalità sono anche intrasmissibili e inalienabili, ovverosia non possono essere trasmessi per atto tra vivi o mortis causa, né possono essere ceduti in altro modo (ad esempio attraverso rinuncia o transazione).

Altre caratteristiche dei diritti della personalità risiedono nel fatto che si tratta di diritti essenziali (ovverosia posti a tutela delle ragioni fondamentali della vita e dello sviluppo dell'individuo) e imprescrittibili.

Essi, infine, rientrano nella categoria dei diritti personalissimi.

Diritti della persona e patrimoniali

[Torna su]

I diritti della personalità sono anche denominati diritti della persona. Oltre a quanto appena visto, si caratterizzano per il fatto di essere diritti non patrimoniali, ovverosia non suscettibili di valutazione economica.

I diritti patrimoniali, infatti, sono quelli relativi agli interessi economici di un soggetto e si differenziano in diritti reali (aventi a oggetto una cosa, propria o altrui) e diritti di credito o obbligazioni (aventi a oggetto un rapporto tra due o più persone legate da un vincolo patrimoniale). E' evidente che si tratta di una categoria da tenere ben distinta dai diritti della persona.

Tutela dei diritti della personalità

[Torna su]

Alla luce di tutto quanto detto sinora, è evidente che i diritti della personalità riguardano degli elementi essenziali della persona umana. Per tale ragione, essi assumono una rilevanza fondamentale e sono coperti da specifiche tutele, sia penali che privatistiche.

Nel diritto penale, sono molteplici le fattispecie di reato poste a tutela dei diritti in esame. Prima fra tutte è di certo quella che punisce l'omicidio, che è un delitto che lede il diritto alla vita dell'individuo.

Nel diritto privato, la personalità di un soggetto è tutelata dall'azione inibitoria e, in generale, dall'azione di risarcimento del danno. La prima è quella con la quale al giudice viene domandato di ordinare la cessazione di un fatto lesivo di un diritto della persona, mentre la seconda è quella con la quale viene chiesto il ristoro delle lesioni subite in conseguenza di tale fatto.

Vi sono poi azioni specifiche per singoli diritti della personalità, come quella posta dall'articolo 7 del codice civile a tutela del nome. Si tratta dell'azione con la quale chiunque veda contestato il diritto del proprio nome o rischi di subire un pregiudizio dall'uso che ne facciano terzi in maniera indebita può chiedere giudizialmente la cessazione del fatto lesivo, salvo il diritto al risarcimento del danno. Ai sensi del successivo articolo 8, tale tutela è accordata anche a chi non porta il nome contestato o usato indebitamente ma ha alla tutela del nome "un interesse fondato su ragioni familiari degne d'essere protette".

Oggetto diritti della personalità

[Torna su]

La tutela dei diritti della personalità trova il suo fondamento principale nell'articolo 2 della Costituzione, che sancisce che "La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità".

Si tratta di una norma che tutela la persona nella sua totalità e che, per tale ragione, ha indotto molti studiosi a ricondurre l'oggetto dei diritti della personalità a uno solo e ampio: la persona umana.

In realtà, però, è più opportuno scindere i diritti della personalità in diverse categorie, dato che la loro elencazione è condizionata dall'epoca in cui si vive e che essi si differenziano per caratteristiche e tutela.

Certamente, si tratta di un elenco in continuo divenire, del quale attualmente fanno parte, ad esempio:

  • il diritto alla vita e all'integrità fisica
  • il diritto al nome
  • il diritto all'immagine
  • il diritto alla riservatezza
  • il diritto all'oblio
  • il diritto all'onore
  • il diritto all'identità personale.

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

(14/03/2020 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Coronavirus: stop agli incontri tra padre e figlio residenti in comuni diversi
» Sospensione del mutuo: ecco il modello