Sei in: Home » Articoli

Giustizia: penalisti, 11 gennaio astensione contro processo breve

L'Unione Camere Penali Italiane ha annunciato la proclamazione di una giornata di astensione per l'11 gennaio 2010. L'iniziativa intende "segnalare alla politica la necessita' di uno stop al progetto, riservandosi altre e piu' decise iniziative in relazione agli sviluppi parlamentari e politici dell'iter del ddl e alla verifica circa la ripresa del dibattito su un reale percorso riformatore piu' volte promesso e sempre tradito dal Governo e dalla maggioranza parlamentare nonche' sempre osteggiato dall'opposizione". Per Camere Penali l'astensione è "In segno di protesta contro le scorciatoie inutili, pericolose ed incostituzionali del 'processo breve', frutto avvelenato del rapporto tra politica e magistratura". In una nota l'Ucpi chiarisce che "sino a che l'ordinamento giudiziario non sara' adeguato alla Costituzione con la separazione delle carriere e l'istituzione di un giudice terzo, i penalisti diserteranno le cerimonie ufficiali di apertura dell'anno giudiziario.
Per questo non parteciperanno alla manifestazione in programma il 29 gennaio 2010 in Corte di Cassazione, per organizzare una propria cerimonia alternativa di inaugurazione dell'avvocatura penale in cui saranno forniti dati per denunciare la reale situazione della giustizia e formulate proposte alla presenza di politici, giornalisti e studiosi".
Altre informazioni su questo argomento
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(22/12/2009 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Lotteria degli scontrini in arrivo
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Papa: ci vuole un "grande coraggio" oggi per sposarsi
In evidenza oggi.
Charlie Hebdo: esercizio del diritto di satira o lesione della dignità delle vittime?
Alcune considerazioni di Gino M.D. Arnone relative al macabro accostamento pietanze-morti sono tuttora valide dopo l'ennesima, ripugnante vignetta del settimanale satirico
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF