Sei in: Home » Articoli

Cassazione: quote consortili? Decide il Giudice Tributario

Le Sezioni Unite Civili della Corte di Cassazione (Sent. n. 17943/2009) hanno stabilito che la competenza a decidere le controversi in tema di riscossione di quote consortili spetta sempre al giudice tributario. Gli Ermellini hanno infatti precisato che la Corte ha già stabilito che “…attribuendo alle Commissioni Tributarie ‘tutte le controversie' in materia d'imposte e tasse (…), la lettera della legge dimostra chiaramente che quella loro riservata è una giurisdizione esclusiva (…), non circoscritta ad alcuni aspetti soltanto, ma generale (…), ovverosia estesa ad ogni questione relativa all'an o al quantum del tributo e, quindi, anche a quelle riguardanti la decadenza dal potere impositivo o la prescrizione del diritto alla riscossione o la regolarità dell'iscrizione a ruolo (…)”
La Corte ha quindi aggiunto che “la giurisdizione delle Commissioni Tributarie è, in altre parole, totalmente indifferente al contenuto della domanda in quanto dipende unicamente dalla ‘materia' del contendere e si arresta soltanto di fronte agli ‘atti della esecuzione forzata tributaria', fra i quali non rientrano, per espressa previsione degli artt. 2 e 19 del D. Lgs. n. 546/1992, né le cartelle esattoriali né gli avvisi di mora (…)” e affermato il seguente principio di diritto “rientra nella giurisdizione delle Commissioni Tributarie la controversia con la quale il contribuente si opponga al pagamento delle quote consortili deducendo la intervenuta decadenza dell'ente impositore e del concessionario per inosservanza dei termini di notificazione della cartella esattoriale”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(04/09/2009 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Ddl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
» Catasto: è gratuita la consultazione delle visure
» Negoziazione assistita: sanzione aggiuntiva a chi non risponde all'invito
» Arriva il reato di omicidio di identità
» Omicidio stradale: arriva una nuova riforma
In evidenza oggi
PAS: non è una patologia ma un comportamento illecitoPAS: non è una patologia ma un comportamento illecito
Ddl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanzaDdl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF