Sei in: Home » Articoli

Miur: riunione ministeriale per integrazione scolastica di alunni con handicap sensoriali

Si è tenuto nei giorni scorsi un incontro finalizzato alla predisposizione di uno schema di regolamento per quanto riguarda l'attuazione dell'art.21 della legge n.59 del 1997 (“Delega al Governo per il conferimento di funzioni e compiti alle regioni ed enti locali, per la riforma della Pubblica Amministrazione e per la semplificazione amministrativa) in riferimento al tema degli alunni con handicap sensoriali. Secondo quanto rende noto il Ministero dell'istruzione dell'univeristà e della ricerca, “l'adozione del regolamento attuativo della legge n. 59/77, con il quale vengono costituiti gli Enti per il sostegno all'integrazione scolastica di questi studenti, è un provvedimento urgente.” Già nel 2000, con la legge n.69 (Interventi finanziari per il potenziamento e la qualificazione dell'offerta di integrazione scolastica degli alunni con handicap) sono state stanziate ingenti risorse economiche per migliorare la situazione e sostenere l'integrazione scolastica di alunni sordi, ciechi e poi vedenti.
All'incontro tenutosi al Ministero, alla presenza del Ministro Mariastella Gelmini, hanno preso parte il capo dell'Ufficio Legislativo del Ministero Maria Celentano, il presidente e il vice presidente dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Tommaso Daniele ed Enzo Tiol e il presidente dell'Ente Nazionale per la protezione e l'assistenza dei Sordi, Ida Collu.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(28/02/2009 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF