Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Avvocati in corsia: alle Molinette di Torino uno studio legale propone assistenza

Anche gli avvocati arrivano in corsia. A Torino, proprio come accade negli Stati Uniti gli avvocati entrano in ospedale per offrire la propria assistenza o per promettere risarcimenti. E' quanto riferisce "La Stampa" raccontando quanto "succede alle Molinette, terzo ospedale d'Italia, dove e' comparsa per la prima volta (e a tappeto) la pubblicita' di uno studio legale". Il noto quotidiano torinese spiega nel suo servizio che "Giorni fa su diverse bacheche all'ingresso principale e lungo i corridoi sono state affisse le re'clame di uno studio associato: il Negozio giuridico, via San Secondo 5/G". "Nel nostro negozio giuridico -si legge sulla pubblicita'- troverete avvocati esperti in separazioni, divorzi, sinistri...". Anche se non si fa riferimento a questioni di malasanità, il luogo non sembra sia stato scelto a caso. "Da novembre ad oggi -spiegano le due titolari - abbiamo gia' seguito una decina di cause di presunta malasanita'. Il cittadino che pensa di aver subi'to un danno dalla Sanita' si trova spesso abbandonato a se stesso". L'iniziativa non è piaciuta ai medici dell'ospedale torinese che l'hanno tolta da tutte le bacheche.
La re'clame però è rispuntata lungo il corridoio dell'ingresso principale.
(18/07/2008 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF