Sei in: Home » Articoli

Circolazione stradale – Mancato uso della cintura di sicurezza – Passeggero – Decurtazione punti della patente - Esclusione

“Il passeggero che viaggia in auto risponde del mancato uso della cintura di sicurezza solo con la sanzione pecuniaria e non anche con la detrazione dei punti della patente”. Nella sentenza in epigrafe la S.C. ha accolto il ricorso del Ministero della Difesa e dell'ufficio territoriale del Governo di Potenza proposto contro una decisione del Giudice di pace di Viaggiano che aveva annullato completamente il verbale di accertamento nei confronti di un uomo che viaggiava senza cintura di sicurezza su un'auto di un amico. In particolare, la Corte rileva l'erronea applicazione degli artt. 172, commi 1° e 8° , 126 bis, comma 8° Cod. Strada per avere il giudice di pace annullato in toto il verbale di accertamento in base alla considerazione, errata, che non poteva essere revocata soltanto la sanzione della detrazione dei punti senza annullare anche la sanzione pecuniaria.
Secondo la S.C., pertanto, il verbale di accertamento doveva essere annullato solo nella parte relativa alla sottrazione dei punti della patente, non anche nella parte relativa all'applicazione della sanzione principale pecuniaria. Viene precisato, al riguardo, che “il disposto di cui all'art. 204 cod. strad., richiamato dal giudice di pace per giustificare l'accoglimento totale dell'opposizione, non è stato correttamente applicato perché concerne l'ipotesi – diversa da quella in esame – di rigetto dell'opposizione e non quella di accoglimento ancorchè parziale”. (Avv. Tiziana Cantarella)
Cass. Civ., sez. II, 19 marzo 2007, n. 6402
(27/06/2007 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

Le più lette:
» Pensioni: le novità in arrivo
» Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest può risultare non punibile
» Tabelle millesimali condominio: la Cassazione fa il ripasso
» Usucapione: legittimo l'accordo di accertamento dinanzi al notaio
» Ddl riscossione: niente più cartelle per debiti irrisori
In evidenza oggi
Obbligare la moglie a discutere è reatoObbligare la moglie a discutere è reato
Telefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal clienteTelefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal cliente
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF