Sei in: Home » Articoli

Cassazione: niente più privilegi per le ex mogli

D'ora in avanti non sarà più scontato che in caso di separazione tutto venga assegnato alla moglie, casa compresa. Lo ha stabilito una sentenza della Corte di Cassazione che ha così abbattuto quel privilegio di fatto che consentiva alle ex mogli (senza figli) di evitare la divisione in parti uguali della proprietà immobiliare.
Lo ha reso noto l'associazione "figli negati" spiegando che "Tutte le sentenze precedenti che penalizzavano l'ex marito erano frutto di interpretazioni arbitrarie e discriminatorie da parte di una cultura a senso unico dei tribunali civili italiani a favore della ex moglie ed in danno dell'ex marito.
In sostanza, in base a tale sentenza la casa familiare in comproprieta' e' soggetta alle normali regole sulla comunione, a cui si dovrà fare riferimento sia per l'utilizzo che per la divisione".
La Suprema Corte ha rilevato che nessun articolo di legge prevede l'automatica assegnazione della casa ad uno dei due coniugi.
L'associazione Figli Negati ha anche annunciato di voler elaborare una proposta di legge per regolare il matrimonio breve e senza figli (cd: minimatrimonio).
"Ad oggi - spiega l'associazione - dopo pochi mesi di matrimonio, la ex moglie puo' ancora pretendere e ottenere un mantenimento per un lunghissimo periodo di tempo. Nella nuova proposta di legge le separazioni di coniugi senza figli, sposati per un periodo inferiore ai 10 anni, avranno un nuovo e piu' equo regime di mantenimento (marito verso ex moglie che non lavora) pari al periodo di durata del matrimonio".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(28/03/2007 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF