Sei in: Home » Articoli

Cessione d?azienda: non occorre il consenso dei lavoratori trasferiti

La Sezione Lavoro della Corte di Cassazione, con sentenza n. 10761/2002, ha stabilito che per procedere alla cessione dell?azienda non c?Ŕ bisogno del consenso dei lavoratori trasferiti. Non sono infatti applicabili a tali fattispecie le norme civilistiche in tema di cessione del contratto che richiedono invece il consenso del contraente ceduto. Nella cessione d?azienda, secondo quanto precisa la Corte, va data prioritÓ, alle esigenze dei processi di ristrutturazione aziendale e di delocalizzazione delle imprese. La funzione socio economica cui deve assolvere il trasferimento d?azienda, spiega la Corte, contrasta con la possibilitÓ di applicare a detto trasferimento la disciplina degli artt. 1406 e ss. c.c., ?risultando di palmare evidenza come gli adempienti richiesti da tale disciplina e la necessitÓ del consenso del contraente ceduto concretizzano un complesso di disposizioni che, per la propria articolazione e la propria rigiditÓ, si presentano come poco permeabili alle esigenze dei processi di ristrutturazione aziendale di riconversione industriale e di delocalizzazione delle imprese.
Esigenze queste alla cui soddisfazione Ŕ funzionalizzata invece la normativa dettata dall?art. 2112 c.c., volta a coniugare le ragioni dell?economia con quelle della tutela del lavoro?.
(03/10/2002 - Roberto Cataldi)
Le pi¨ lette:
» Riforma giudici di pace: da oggi in vigore
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Assegno sociale: Ŕ compatibile con la pensione di reversibilitÓ?
» Il pignoramento del conto cointestato
» Il perfezionamento della notifica di un atto giudiziario consegnato a persona diversa dal destinatario
In evidenza oggi
Video e foto sui social all'insaputa di chi Ŕ ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi Ŕ ripreso? Ora si rischia il carcere
Vaccini: entro il 10 settembre o niente asilo anche se si paga la multaVaccini: entro il 10 settembre o niente asilo anche se si paga la multa
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Cassazione: Il giudizio di responsabilitÓ del magistrato proposto dalla parte non integra motivo di ricusazione
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF