Sei in: Home » Articoli

Corte Costituzionale: Rapporti patrimoniali tra coniugi: incostituzionale l'uso della legge nazionale del marito

Con sentenza n.254/2006 la Corte Costituzionale ha dichiarato costituzionalmente illegittimo l'art.19, comma 1, delle disposizioni preliminari al codice civile - che sebbene abrogato dall'art. 73 della legge n.218/1995 è tuttora applicabile ai giudizi instaurati anteriormente al 31 dicembre 1996 - nella parte in cui, in caso di "mancanza di legge nazionale comune (?) stabilisce che i rapporti patrimoniali tra i coniugi sono regolati dalla legge nazionale del marito al tempo della celebrazione del matrimonio". La Corte rileva infatti che tale norma, "componendo un conflitto tra le leggi nazionali diverse dei coniugi privilegiando nell'individuazione della norma regolatrice dei rapporti patrimoniali tra questi la legge nazionale del marito, realizza una discriminazione nei confronti della moglie per ragioni legate esclusivamente alla diversità di sesso, in violazione sia dell'art. 3 comma primo della Costituzione, sia dell'art. 29 comma secondo della Costituzione".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(18/09/2006 - Silvia Vagnoni)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF