Sei in: Home » Articoli

La riforma del terzo settore

La riforma del terzo settore
team lavoro id8979
di Roberto Paternicò. Nel mese di maggio 2014 il Governo italiano, aveva tracciato le linee guida per la riforma del terzo settore al fine di:

- definire in modo compiuto il sistema e riconoscere giuridicamente i soggetti privati che operano per finalità di pubblica utilità e promozione sociale. Disciplinare i confini tra volontariato e cooperazione sociale, tra associazionismo di promozione sociale e impresa sociale;

-  adottare nuovi modelli di assistenza in cui l'azione pubblica possa essere affiancata in modo più incisivo dai soggetti operanti nel privato solidale;

- realizzare uno spazio imprenditoriale per le organizzazioni private senza scopo di lucro, per produrre e scambiare beni e servizi al fine di perseguire obiettivi di interesse generale;

- fornire stabilità e ampliare le forme di sostegno economico, pubblico e privato, a favore degli enti del terzo settore;


- creare un Servizio Civile Nazionale universale, come opportunità di servizio alla comunità, per l'inserimento professionale dei giovani dai 18 ai 29 anni che desiderino adoperarsi nell'impegno civile.

Nei prossimi giorni verrà discusso alla Camera dei Deputati il disegno di legge che reca Delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell'impresa sociale e per la disciplina del Servizio civile universale.

Le finalità dell'intervento legislativo mirano alla costruzione di un rinnovato sistema per favorire la partecipazione attiva e responsabile sia delle persone che delle associazioni. Sviluppare le potenzialità di crescita e di occupazione nell'economia sociale e nelle attività svolte dal terzo settore, mediante una serie di misure per riordinare ed armonizzare gli incentivi e gli strumenti di sostegno nonché di uniformare e coordinare la disciplina della materia, alla luce delle mutate esigenze della società civile. 

Il provvedimento, quindi, che giunge alla Camera dei Deputati è composto da undici articoli, con alcune modifiche apportate da emendamenti approvati dalle Commissioni parlamentari.

PER SAPERNE DI PIU', LEGGI QUI SOTTO IL PDF SFOGLIABILE COMPLETO ED ILLUSTRATO

Scarica il PDF completo e illustrato
Contenzioso Bancario
(04/04/2015 - Dott.Roberto Paternicò)
Le più lette:
» Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
» Come si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema Corte
» Addio compenso per l'avvocato poco accorto
» Drogometro: al via in tutta Italia
» Responsabilità magistrati: il cittadino può agire direttamente per chiedere i danni
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno alla ex laureata che torna da mammàDivorzio: niente assegno alla ex laureata che torna da mammà
È legale vietare l'accesso alle famiglie con bambini nei ristoranti?È legale vietare l'accesso alle famiglie con bambini nei ristoranti?
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF