Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Avvocati: arriva il preventivo "obbligatorio". Lo prevede il DDL concorrenza

Palazzo Chigi punta a semplificare e liberalizzare determinati settori professionali, fra cui, oltre a notai ed ingegneri, ci sono anche gli avvocati
Avvocatessa che indossa la toga in una libreria

Nel pacchetto di liberalizzazioni varato venerdì scorso dal Governo, non potevano mancare misure destinate alla categoria degli avvocati.

Tra le novità del disegno di legge sulla concorrenza, infatti, trovano posto tutta una serie di disposizioni attraverso le quali palazzo Chigi punta a semplificare e liberalizzare determinati settori professionali, fra cui, oltre a notai ed ingegneri, ci sono anche gli avvocati.

Così, oltre all'eliminazione del vincolo di appartenenza ad una sola associazione professionale, al via libera alle società multidisciplinari e di capitale, e alla possibilità di certificare atti prima di competenza notarile, il disegno di legge introduce il c.d. “preventivo obbligatorio”, oggi previsto solo su richiesta del cliente.

L'art. 13, comma 5, della legge professionale forense, infatti, dispone che il professionista, nel rispetto del principio di trasparenza, è tenuto a comunicare “oralmente” al proprio assistito sia il livello della complessità dell'incarico che tutte le informazioni sugli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento sino alla conclusione dell'incarico stesso, mentre la comunicazione in forma scritta di tutti i costi della prestazione è prevista solo se espressamente richiesta.

Se il disegno dell'esecutivo dovesse essere approvato, invece, l'avvocato sarà obbligato a comunicare per iscritto a chi gli conferisce l'incarico professionale, un preventivo contenente la prevedibile misura del costo della prestazione, con la netta distinzione tra il compenso per l'opera professionale, gli oneri e le spese anche forfettarie, indipendentemente dalla richiesta del cliente.

Ma, la strada è ancora lunga e il ddl dovrà prima superare il necessario esame delle due Camere dove, senz'altro non mancheranno le sorprese. 

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Seguici anche su Facebook e iscriviti alla newsletter

(21/02/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest può risultare non punibile
» In arrivo gli sportelli di prossimità, dove non ci sono più i tribunali
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Fermo amministrativo: la giurisdizione
» Obbligare la moglie a discutere è reato
In evidenza oggi
Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelleAvvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
Violenza donne: rispunta la castrazione chimicaViolenza donne: rispunta la castrazione chimica
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF