Sei in: Home » Articoli

Non punibilità dei reati per tenuità del fatto: via libera alla Camera al Decreto Legislativo

Il provvedimento, consente, in caso di reati con pena massima edittale fino a cinque anni o con pena esclusivamente pecuniaria, di non punire i comportamenti occasionali e di scarsa gravità
Sentenza bilancia avvocato cassazione
Posto che l'articolo 1, comma 1, lettera m) della legge 28 aprile 2014, n. 67 sancisce come principio e criterio direttivo di delega legislativa "l'esclusione della punibilità di condotte sanzionate con la sola pena pecuniaria o con pene detentive non superiori nel massimo a cinque anni" e che in adempimento di quella legge doveva essere emanato un decreto che prevedesse la non punibilità per i fatti di particolare tenuità relativi a reati puniti con pene fino a cinque anni, la Commissione Giustizia il 3 febbraio 2015 ha approvato il parere favorevole al Decreto Legislativo in tema di tenuità del fatto

Il provvedimento, consente, in caso di reati con pena massima edittale fino a cinque anni o con pena esclusivamente pecuniaria, di non punire i comportamenti occasionali e di scarsa gravità

La decisione spetterà, comunque, sempre al giudice che dovrà rigorosamente attenersi nella valutazione della gravità del fatto ai criteri fissati dall'articolo 133 del codice penale e dovrà tenere in debito conto anche l'eventuale opposizione della vittima

Naturalmente l'assoluzione per tenuità del fatto non pregiudica il risarcimento del danno in sede civile

L'operatività del nuovo istituto è esclusa qualora si tratti di reati connotati da motivi abietti o futili, da sevizie o crudeltà o commessi in violazione del sentimento di pietà per gli animali e ai danni di persone (anche per età) indifese. È esclusa la tenuità in presenza di recidiva semplice o condotte abituali e reiterate o quando dal fatto derivi la morte.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(04/02/2015 - G.C.)
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF