Sei in: Home » Articoli

ISTANZA DI TRATTAZIONE ABOLITA!!! - Una vittoria - Niente più estinzione o rinuncia all'impugnazione

senato id8482
Caro Zibaldone, non credo ai miei occhi! Domenica girovagavo per il sito istituzionale del Parlamento quando ha attirato la mia attenzione la Legge di conversione del Decreto Legge n.10 del 17 febbraio 2012 che prevede che l'art. 26 della legge di stabilità 2012 (Legge n.183/2011) è abrogato. Soppresso! Evviva! Addio senza rimpianti a sedicenti "misure straordinarie per la riduzione del contenzioso civile pendente davanti alla Corte di Cassazione e alle Corti di Appello". Sono proprio felice, era una trappola assurda che non aveva precedenti in tutta la storia del processo in Italia.
Secondo quell'inestricabile matassa ch'è il metodo di legiferare dello Stato in cui ahinoi ci troviamo a vivere, tale legge era stata poi modificata dall'art. 14 del Decreto Legge 212/2011. Incredibile: ha forse prevalso il buonsenso? Ma il meccanismo ad incastro è chiaro. Non dobbiamo più depositare nei sei mesi dall'entrata in vigore (scadeva il 30 giugno 2012) l'istanza di trattazione per scongiurare, limitatamente ai processi meno recenti pendenti in grado di appello e di cassazione, la rinuncia all'impugnazione. Il provvedimento legislativo è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.42 del 20 febbraio 2012. Ricorderete l'urlo lanciato da Studio Cataldi il 17 gennaio 2012: una legge orrenda scrivemmo. Ora qualcuno mi dovrebbe spiegare quale forma indennitaria troverà lo Stato, una volta riconosciuta per facta concludentia la demenzialità della norma (potevano stabilire di mandare al macero i fascicoli con i numeri dispari: sarebbe stato un criterio meno irrazionale), per chi ha avuto il proprio già anziano processo rimandato SENZA MOTIVO plausibile di sei mesi, un anno, due anni. Sono proprio curioso di sapere se qualcuno agiterà la problematica. Anzi, invito i Colleghi che aspettavano la sentenza d'impugnazione in tempi brevi e sono incappati in tale infernale congegno di presentare in massa ISTANZA DI ANTICIPAZIONE dell'udienza.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(27/02/2012 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF