Sei in: Home » Articoli

Ministero del Lavoro: presentazione del prospetto informativo disabili fino al 15 febbraio 2012

invalido handicap disabile
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la nota operativa prot. n. 39/0005909/06, ha comunicato che, con Decreto Direttoriale 15 dicembre 2011, si è provveduto all'aggiornamento degli standard per l'invio del prospetto informativo disabili - definiti dal precedente D.M. 2 novembre 2010 - a seguito dell'entrata in vigore del nuovo regime della compensazione territoriale nel collocamento obbligatorio, delineato dal D.L. 138/2011. L'art. 9 del D.L. 138/2011, modificando il comma 8 dell'art. 5 della Legge 68/1999, ha stabilito che gli obblighi stabiliti dagli artt. 3 e 18 di tale legge all'assunzione di una percentuale di lavoratori con particolari disabilità psico-fisiche o appartenenti alle categorie “protette”, devono essere rispettati a livello nazionale e la compensazione territoriale è fatta direttamente dai datori di lavoro privati che, ferme restando le aliquote d'obbligo, possono assumere un numero di aventi diritto presso una unità produttiva eccedente la percentuale del numero dei lavoratori assegnabile in quella realtà, portando, in via automatica, le eccedenze a compenso del minor numero di lavoratori assunti nelle altre unità produttive. Sui datori di lavoro incombe l'onere della comunicazione, in via telematica, ai servizi competenti delle province in cui insistono le unità produttive interessate, attraverso l'invio del prospetto informativo secondo le modalità già introdotte dal citato decreto interministeriale del 2 novembre 2011, secondo gli standard tecnici adeguati con il citato decreto direttoriale del 15 dicembre 2011. In considerazione delle numerose modifiche apportate ai sistemi informatici messi a disposizione dai Servizi competenti, i sistemi informatici saranno disponibili a partire dal 15 gennaio 2012 e la scadenza per la presentazione del prospetto informativo è prorogata al 15 febbraio 2012.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(20/12/2011 - L.S.)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» In bus senza biglietto: non scendere è reato
» Casalinga quarantenne: sì al mantenimento anche se in grado di lavorare
» Il padre anziano può regalare il patrimonio agli amici anziché lasciarlo alle figlie
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF