Sei in: Home » Articoli

Manovra Monti: sale a oltre 60 miliardi

soldi euro crisi
di Nadia Fusar Poli -
Secondo la CGIA di Mestre, la dimensione economica della manovra “salva-Italia” di Monti sarebbe decisamente superiore alla cifra inizialmente circolata, sebbene i numeri riportati dalla stampa italiana non fossero mere invenzioni giornalistiche. Al contrario, erano stati confermati dallo stesso Esecutivo che, mediante un comunicato stampa redatto dopo il Consiglio dei Ministri di domenica 4 dicembre, ribadiva quelle cifre: una manovra di circa 20 miliardi di euro netti “per il triennio 2012-2014 con una forte componente permanente di risparmi conseguiti. La correzione lorda è di oltre 30 miliardi in quanto sono previsti interventi di spesa a favore della crescita, del sistema produttivo e del lavoro per oltre 10 miliardi”. Ma dopo la pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale, e l'attento esame del testo da parte degli esperti della CGIA, è affiorata la “verità”: il decreto “salva-Italia” darà luogo ad una correzione del deficit per un importo di circa 20 miliardi nel 2012 e di altri 21 miliardi per ciascuno dei due anni successivi. L' effetto complessivo della manovra Monti sarà quindi pari a 62,9 mld di euro, di cui circa il 70% per le maggiori entrate, e il restante 30% per le minore spese. Un importo che, rispetto a quanto inizialmente stimato, è lievitato di oltre tre volte.
La “stangata” sarà dunque ancora più pesante, e maggiore l'incidenza sui bilanci delle famiglie italiane. “Secondo una nostra stima – ha commentato il segretario della CGIA di Mestre Giuseppe Bortolussi – nel triennio 2012-2014 l'impatto medio su ciascuna famiglia italiana sarà di quasi 2.500 euro, poco più di 830 euro all'anno. Se agli effetti economici della manovra Monti aggiungiamo anche quelli esplicati dalle due manovre d'estate redatte quest'anno dal Governo Berlusconi, l'effetto complessivo, nel periodo 2011-2014, sale a addirittura a 208 mld di euro. Pertanto, il costo che ogni nucleo familiare dovrà farsi carico nel quadriennio 2011-2014, sarà pari a 8.266 euro, poco più di 2.000 euro all'anno”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(14/12/2011 - Nadia F. Poli)
Le più lette:
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Telefonia: Vodafone e 3 dovranno rimborsare i clienti
» Tribunale di Milano: i redditi in nero del marito non contano ai fini dell'assegno alla ex
» Avvocati: sanzioni fino a 30mila euro per chi non identifica i clienti
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF