Sei in: Home » Articoli

E' licenziabile il dipendente che utilizza la carta di credito aziendale per scopi personali

Condividi
Seguici

La Corte di Cassazione, con sentenza 23 marzo 2010, n. 6956 ha stabilito che è legittimo il licenziamento del dipendente che utilizza indebitamente e consapevolmente la carta di credito aziendale per scopi personali e non per le spese di viaggio e trasferte, inadempiendo in tal modo ad un obbligo che presuppone la massima correttezza. E' inoltre esclusa la possibilità di compensare tali prelievi con somme a credito del lavoratore, in quanto il rapporto di lavoro in essere non consente alcun tipo di compensazione, dovendo i prelievi essere circoscritti alla sola prestazione lavorativa
(01/04/2010 - Francesca Bertinelli)
In evidenza oggi:
» Giudici di pace: spettano 4 settimane di ferie retribuite
» Avvocati praticanti cercasi ... come cancellieri volontari

Newsletter f t in Rss