In tema di riconoscimento della pensione di reversibilita' Inpdap all' orfano maggiorenne segnaliamo questa sentenza della Corte dei Conti del Lazio. La corte, chiamata a decidere sul caso di un soggetto affetto da sindrome dissociativa sin dalla giovane eta'gli riconosce (post mortem) lo status di inabile a qualsiasi proficuo lavoro (e la concessione della pensione di reversibilita') anche se svolgeva lavoretti saltuari.
Nel merito, il giudice evidenzia come questo tipo di patologia provochi seri danni alla vita sociale e di relazione e sia pertanto meritoria di una attenta valutazione in seno al riconoscimento della inabilita'. (Giovanni Dami)

Corte dei conti Lazio, sentenza 4.3.2008 n. 458 - Giovanni Dami
Condividi
Feedback

(14/04/2008 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

In evidenza oggi: